di

Nel corso delle ultime settimane abbiamo visto come la McLaren 765LT riesca ad annichilire qualunque sua rivale nelle gare sul quarto di miglio. La sua rapidità, effettivamente, è piuttosto impressionante.

Inizialmente toccò alla sorella 720S farsi da parte, poi fu il turno della Senna e infine la 765LT ha sconfitto la Ferrari F8 Tributo. Prima di lasciarvi al video in alto però vogliamo condividere qualche numero.

La McLaren 765LT, come dichiara la sua nomenclatura, non mette in campo prestazioni stellari grazie ad una potenza spropositata, poiché il suo V8 twin-turbo da 4,0 litri eroga proprio 765 cavalli di potenza a 7.500 giri al minuto e 800 Nm di coppia a 5.500 giri. Secondo i dati condivisi dal produttore, la supercar può catapultare da 0 a 100 km/h la sua massa di 1.300 kg in 2,8 secondi.

Dall'altra parte c'è la Ferrari SF90 Stradale, che dal suo canto fa uso di una configurazione ibrida che mescola i 780 cavalli e 800 Nm derivanti da un V8 twin-turbo con l'output derivante da un'unità elettrica MGU-K, la quale aggiunge alla miscela ulteriori 220 cavalli. Il prodotto del Cavallino Rampante scarica quindi sull'asfalto ben 1.000 cavalli di potenza e 1.200 Nm di coppia complessivi, che si premurano di lanciare in uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi un peso a secco di 1.570 kg.

I ragazzi di Drag Times offrono sempre drag race precise e circostanziate, ma in questo caso non hanno potuto garantire una superficie stradale perfetta per la gara in questione. A ogni modo la prima sfida ha visto partire la SF90 Stradale con un piccolo anticipo, ma il vantaggio non ha fatto altro che aumentare fino al traguardo. La seconda partenza invece è stata identica tra le due vetture, ma l'ibrida italiana ha comunque guadagnato un certo margine nei primi metri e l'ha tenuto fino alla fine.

Osservando le tempistiche sul quarto di miglio ci accorgiamo che la 765LT si è comportata peggio del solito ma, lo ribadiamo, la superficie non era affatto la migliore possibile. Basti osservare il fatto che entrambe le vetture restituiscano un'accelerazione da 0 a 96 km/h ampiamente inferiore a quella dichiarata.

In chiusura, per non allontanarci dalla casa automobilistica di Maranello, vogliamo rimandarvi al recente avvistamento di un prototipo di Ferrari Purosangue: il primo super SUV del marchio. Purtroppo al momento il brand continua a camuffarlo pesantemente per i test in strada, ma è possibile che la presentazione ufficiale si terrà entro pochi mesi.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1