Ferrari lo ribadisce: il V6 della 296 GTB non ha nulla a che vedere col Nettuno Maserati

Ferrari lo ribadisce: il V6 della 296 GTB non ha nulla a che vedere col Nettuno Maserati
di

Quasi un anno fa Maserati presentava al mondo la sua fenomenale MC20, la quale si muove grazie ad un eccellente V6 twin-turbo da 3,0 litri. Un paio di settimane fa anche Ferrari ha presentato la nuova 296 GTB, che allo stesso modo fa uso di un V6 biturbo da 3,0 litri. In molti hanno fatto due più due, ma a Maranello non sono per niente d'accordo.

Il Cavallino Rampante ha affermato che i due propulsori non hanno proprio nulla in comune, e lo ha fatto attraverso la voce di Michael Leiters, il CTO del brand che alcune ore fa si è espresso tramite la rivista britannica Autocar:"Ferrari non copia nessuno e non prende elementi da altri. Questo tipo di corsa è tipica di Ferrari da anni, e non abbiamo avuto la necessità di collaborare su una cosa come questa."

Leiters ha parlato di corsa del motore perché qualcuno ha sottolineato che il propulsore Nettuno di Maserati e il V6 Ferrari condividono anche le medesime dimensioni per l'alesaggio e per la corsa, ma con ogni probabilità neanche il Tridente sarebbe d'accordo con le "accuse", poiché tempo addietro aveva chiarito come Nettuno fosse un motore Maserati al 100 percento.

Da parte nostra possiamo dire che l'angolo formato dai motori differisce: 120 gradi per Ferrari e 90 gradi per Maserati. Oltretutto anche l'output non è sovrapponibile, poiché la 296 GTB eroga 663 cavalli di potenza, mentre la MC20 si ferma a 630 cavalli.

In futuro rivedremo di sicuro entrambi i propulsori sui prossimi modelli dei due produttori italiani, e da parte nostra non vediamo l'ora di scoprire come si evolveranno. Alcuni suggeriscono che la soluzione Ferrari possa andare a muovere l'imminente super SUV che risponde al nome di Purosangue, che in attesa della presentazione ufficiale è già stato raffigurato in forme piuttosto credibili.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1