La Ferrari non cede alle EV e brevetta un nuovo V12 più efficiente!

La Ferrari non cede alle EV e brevetta un nuovo V12 più efficiente!
di

Ferrari guarda al futuro, e non lo fa come quasi tutti i rivali presentando una nuova auto elettrica, ma addirittura brevettando un nuovo V12 in grado di ridurre notevolmente le emissioni, senza al contempo cedere potenza rispetto all'offerta attuale.

Il Cavallino Rampante ne ha ultimato il disegno il 24 Aprile del 2019, ma ha depositato il brevetto al relativo ufficio degli Stati Uniti soltanto il 24 Ottobre, cioè in data odierna. Le immagini, che potete spulciare nella galleria in fondo alla pagina, descrivono l'incorporazione di due differenti sistemi di accensione. La prima particolare strategia consiste nell'iniettare una piccola quantità di carburante appena un istante prima dell'accensione della candela. Ferrari descrive il sistema con un aumento dell'aria in ingresso verso la camera di combustione, creando una miscela aria-carburante più calda. "Il sistema catalitico è pertanto riscaldato molto rapidamente all'avvio del motore e le emissioni, particolarmente significative in questa fase, vengono ridotte." Queste le parole scritte dalla casa italiana in allegato al brevetto.

Il nuovo propulsore Ferrari dispone inoltre di una pre-camera situata al di sopra del centro della camera di combustione principale, ed entrambe possiedono la propria candela di accensione. Durante la una guida a media andatura, parte del miscuglio aria-carburante entra nella pre-camera, e la candela l'accende. "Questo si traduce in una rapida combustione con basso rischio di detonazione."

La casa di Maranello ha di recente lanciato un allarme mirato alla modifica delle attuali regole, utile a cercare la salvaguardia dei motori V12. Peraltro per loro "fa male" dover aggiungere peso alle vetture per realizzarne versioni ibride, quindi potremo stare sereni: vedremo ancora molte supercar V12 da parte loro. Per concludere, di recente è stata avvista la prima Ferrari F8 Spider in vendita, è accaduto a Londra e vi consigliamo di non perdervi il rombo del suo motore.

FONTE: motor1
Quanto è interessante?
1