Ferrari, Lamborghini e simili avranno più tempo per adeguare le emissioni delle supercar

Ferrari, Lamborghini e simili avranno più tempo per adeguare le emissioni delle supercar
di

L’Europa ha sancito lo stop alla vendita di motori termici a partire dal 2035, ma i costruttori di auto dovranno avere il 50% della gamma non inquinante già dal 2030, e questo ha creato non pochi grattacapi ai costruttori di nicchia, come Ferrari, Lamborghini, McLaren e così via. L’UE però è stata clemente e ha dato più tempo per adeguarsi.

Ricordiamo infatti che i costruttori di supercar hanno dei limiti sulle emissioni ben più alti rispetto a case costruttrici più mainstream, e solitamente dovevano proporre un loro piano “personalizzato” sull’abbattimento delle emissioni sanno dopo anno, che successivamente doveva essere approvato dalla commissione europea. Dopo le ultime decisioni dell’UE, questo accordo era destinato a scadere nel 2029, ma oggi i costruttori di nicchia possono tirare un sospiro di sollievo.

Case come Ferrari e Lamborghini, ossia costruttori che producono meno di 10.000 veicoli all’anno, avranno tempo fino alla fine del 2035 per adeguare le proprie vetture alle nuove regole in termini di emissioni di CO2, come riportato da Automotive News Europe. L’Italia in particolare è stato uno degli stati che ha spinto di più perché ciò avvenisse, dal momento che nella Motor Valley abbiamo fior fior di aziende d’elite che si sarebbero trovate in serie difficoltà.

Comunque si stanno iniziando a adeguare per farsi trovare pronte al momento giusto: Ferrari ad esempio ha già diversi veicoli plug-in hybrid in gamma come la recente Ferrari 296 GTB, mentre nel 2025 è attesa la prima Ferrari elettrica.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1