INFORMAZIONI SCHEDA
di

Quest'oggi il presente e il passato dell'automobilismo si incontrano, e lo fanno alla grande perché sulla linea di partenza troviamo l'origine delle supercar, la Ferrari F40, e una delle ultime nonché più veloci delle supercar moderne, la Ferrari 488 Pista Spider.

Tra l'una e l'altra ci passano ben trent'anni, ma qualcosa in comune è comunque possibile trovarlo, tralasciando il badge del Cavallino Rampante sul cofano. La cosa di maggiore rilevanza a far sembrare simili i due bolidi è il propulsore: un V8 che scarica tutta la potenza sulle ruote posteriori.

Per il resto le divergenze sono palesi, ma partiamo con la F40. Sotto al cofano monta un 2,9 litri bi-turbo da 478 cavalli di potenza e 576 Nm, per una velocità massima di 323 km/h e un peso complessivo di 1.369 kg. Dall'altra parte il vantaggio è palese: motore bi-turbo da 3,9 litri, 720 cavalli di potenza e 340 km/h di velocità massimale, mentre il peso a secco assomiglia molto alla rivale, perché si parla di 1.385 kg (la versione a tettuccio rigido pesa meno).

Non sorprende quindi vedere la partenza fulminea della Ferrari 488, che si avvantaggia anche dei controlli elettronici per scattare con estrema prontezza. Al contempo però Tiff Needell a bordo della F40 ha comunque fatto un gran lavoro, poiché nei primissimi metri in realtà era davanti.

Alla fine la Ferrari 488 Pista Spider ha ottenuto uno 0 a 100 km/h di 3,38 secondi chiudendo il quarto di miglio in 11.17 secondi. La F40 invece ci ha messo 5,34 secondi per arrivare a 100 km/h, e 12,74 per completare il quarto di miglio.

Restando nei pressi di Maranello vi consigliamo di dare un'occhiata a questa F40 aggiornata nella FXX40 tramite lavoro fan-made in chiave moderna di ottimo livello. Infine abbiamo una ulteriore notizia da parte della Scuderia Ferrari, che ha appena accettato le nuove regole della Formula 1 siglando un contratto che le consentirà di prendere parte al mondiale almeno fino al 2025.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2