di

Oramai sta diventando sempre più chiaro: la gestione delle emissioni provenienti dalle autovettura si fa sempre più stringente, andando a sfavorire lo sviluppo e la produzione dei propulsori con un elevato numero di cilindri. Ovviamente in questo senso gli odierni V12 hanno di sicuro i giorni contati.

Di esemplari a dodici cilindri non ne restano molti, ma orgogliosamente la Ferrari 812 Superfast ne monterà uno ancora per un po'. In futuro dove regnerà la propulsione elettrica, probabilmente si guarderà al passato elogiando i migliori esempi di tecnologia di quest'epoca, e quella che muove la supercar del Cavallino Rampante non potrà non comparire tra le citazioni.

Succedendo la F12 Berlinetta, la 812 Superfast venne immessa sul mercato con soli due posti disponibili nell'abitacolo, col motore disposto in posizione anteriore e con trazione rigorosamente posteriore. La potenza erogata dal poderoso V12 aspirato da 6,5 litri si attesta sugli 800 cavalli, mentre sono 718 i Nm di coppia espressi. Questo si traduce in uno scatto da 0 a 100 km/h di 2,9 secondi, mentre la velocità massima raggiunge i 340 km/h.

Qualcuno potrebbe affermare che la 812 rappresenti più una forma di Gran Tursimo che di vera e propria supercar, ma sono i numeri e il tipo di sviluppo a smentire questa ipotesi. Il bolide di Maranello infatti, volendo tralasciare gli 800 cavalli sotto al cofano, è stato costruito intorno all'aerodinamica avanzata, alle sospensioni elaboratissime e anche alle ruote posteriori sterzanti che fanno sembrare più corta la macchina. Inoltre il modernissimo cambio automatico a doppia frizione e sette rapporti gode di marce corde e cambi rapidi tra esse, contribuendo ad un feeling quasi più da pista che da strada.

Gli interni poi lasciano intendere che l'obiettivo è quello di concentrarsi sul conducente, e ogni singolo elemento che li compongono è di gran lusso. Tutti i controlli più importanti sono a portata di dita, e infatti li troviamo per la maggior parte sul volante. La chicca è infine la presenza di due display che mostrano persino la forza G e altri dettagli tecnici. Chiaramente al contempo non mancano feature di puro comfort come i porta-bicchieri, le porte USB e l'integrazione del sistema con gli smartphone.

Per concludere restando all'interno della casa di Maranello, condividiamo con voi un interessante video, il quale mostra un chiassoso prototipo di 812 Superfast appena beccato in pista: di cosa si tratta? Un'altra notizia degna di nota è la collaborazione di Ferrari (attraverso la sua SF90 Stradale) alle riprese del sequel-remake di un noto film motoristico.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
1