di

Siamo sempre in attesa della prossima supercar by Ferrari, ma quello che ha fatto la casa di Maranello con la sua ultima creazione dovrebbe bastarci per decenni, perché la Ferrari 488 Pista è una vettura straordinaria.

EVO, rivista automobilistica britannica, ha portato in pista una 488 che di fianco al numero identificativo porta scritto proprio il suo habitat ideale, la Pista. Cosa potevamo aspettarci, quindi, da un tempo registrato su tracciato da una vettura tale?

Sul circuito britannico di Anglesey la rossa ha fatto scattare il timer su un numero a dir poco incredibile. Per un giro completo ha fermato il cronometro su 1:10.8, che la rende la supercar più veloce mai testata in loco, battendo dei mostri quali le McLaren P1 e 720S e le Porsche 918 e 911 GT2 RS, senza remora alcuna.

Potrebbe sembrare incredibile, visto che i numeri di alcuni di questi bolidi sono nettamente superiori a quelli della macchina italiana, ma vi basta dare un'occhiata al video per rendervi conto voi stessi dell'impresa. La 488 Pista, infatti, attacca i vertici delle curve con una violenza e una prontezza tremende, tramite le esperte mani del pilota Steve Sutcliffe, e ascoltarne il rombo del motore o i rapidi cambi di marcia, selezionati dal cambio a doppia frizione, è pura meraviglia.

Tutta la sua potenza deriva da un motore pensato per la versione stradale della 488 Challenge, e consta di 711 cavalli di potenza e 770 Nm di coppia massimali. La sua carrozzeria è pensata per portare un carico aerodinamico superiore del 20% rispetto ad una 488 "standard", mentre il peso è stato ridotto di circa 90 kg.

Ferrari ha tra l'altro inviato un team di ingegneri sul tracciato per controllare che tutto andasse per il verso giusto, e che la 488 Pista si comportasse al meglio delle sue possibilità. Una pratica abitudinaria per la casa italiana. Il risultato è stato, lo ribadiamo, pazzesco, e probabilmente reso possibile in misura particolarmente importante dal suo infinito grip, che le permetteva di percorrere le curve a velocità da paura.

Di recente Ferrari ha presentato la 488 Challenge EVO, evoluzione della 488 Challenge, provando a mettere sul piatto una vettura dalle prestazioni elevatamente costanti. Inoltre la casa non ha alcuna intenzione di lasciar andar via i propri V12 a causa delle stringenti norme sulle emissioni, e ha pertanto brevettato un nuovo 12 cilindri dall'eccellente efficienza senza perdere potenza. Infine vi informiamo che la Ferrari F8 Tributo è stata eletta ad "Auto Sportiva 2020".

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
4