FCA: il rispetto delle normative sulle emissioni costerà carissimo

FCA: il rispetto delle normative sulle emissioni costerà carissimo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il gruppo FCA è in netto ritardo rispetto alle dirette concorrenti nella corsa verso lo sviluppo di una gamma auto elettriche e elettrificate, modelli necessari per rientrare nei vincoli normativi in materia di emissioni in atmosfera che, di anno in anno, si fanno sempre più stringenti.

Come confermato da Richard Palmer, responsabile finanziario di FCA durante una recente conference call con gli azionisti del gruppo, FCA pagherà 1.8 miliardi di Euro per rispettare le normative sulle emissioni sino al 2022. La cifra riguarda solo l'Europa e gli USA e potrebbe, quindi, essere rivista verso l'alto andando a considerare anche altri mercati internazionali.

Da notare, inoltre, che nel totale indicato da Palmer è compreso anche l'accordo con Tesla (il cui importo preciso non è stato rivelato) che permetterà ad FCA di considerare all'interno della sua gamma i modelli di Tesla, al fine di abbassare le emissioni medie della flotta e rientrare nei vincoli normativi. FCA ha già speso 600 milioni di Euro nel 2018 per rientrare nei limiti sulle emissioni.

Ricordiamo che il gruppo ha in programma il lancio di diversi modelli elettrificati a partire dalla Fiat 500 Elettrica, che sarà prodotta in Italia dal 2020, ai nuovi modelli ibridi di Alfa Romeo e Jeep. Anche Maserati potrà contare su di una completa elettrificazione nel corso dei prossimi anni.

Quanto è interessante?
1