FCA evita le sanzioni UE 2020 sulle emissioni grazie a Tesla

FCA evita le sanzioni UE 2020 sulle emissioni grazie a Tesla
di

Le grandi aziende automotive europee dovranno, da qui ai prossimi anni, fronteggiare le stringenti regole UE in merito alle emissioni di CO2. Intere line-up dovranno trovarsi al di sotto di una determinata soglia di emissioni e per FCA l’ancora di salvezza è tuttora Tesla.

L’obiettivo è stare sotto ai 95 g/km con l’intera gamma FCA (dunque parliamo di tutti i marchi relativi, da Fiat ad Alfa Romeo) in questo 2020, ma come farà l’azienda a evitare le sanzioni? Ce lo spiega un chiaro prospetto pubblicato su Twitter, che parte dai dati del 2018, ovvero dai 124,4 g/km di FCA. Nel 2019 i progressi in questo campo sono stati irrisori, anzi, con le tecnologie convenzionali FCA ha addirittura alzato le sue emissioni; per sua fortuna sono intervenute le quote Tesla a zero emissioni, che hanno mantenuto l’azienda attorno ai 125 g/km per tutto il 2019.

Nel 2020 le cose sembrano andare meglio anche con le tecnologie tradizionali, con FCA che ha introdotto delle varianti più efficienti dei suoi motori, l’illuminazione LED, ha ridotto l’uso del diesel e soprattutto ha lanciato tre modelli Jeep PHEV (ibridi plug-in), le Fiat Panda e 500 Hybrid.

Tutto questo però sarebbe comunque inutile senza le quote Tesla, che anche in questo 2020 saranno fondamentali per raggiungere la soglia dei 95 g/km e approfittare inoltre di un 5% di eccedenza comunque accettato dalla UE. FCA dunque evita le sanzioni ma paga Tesla, quando riuscirà a camminare con le proprie gambe? Probabilmente Elon Musk mon ha fretta di saperlo, visto che con gli incassi della partnership sta praticamente costruendo la fabbrica di Berlino.

Quanto è interessante?
1
FCA evita le sanzioni UE 2020 sulle emissioni grazie a Tesla