F1, disastro Ferrari a Monaco: lo sfogo di Leclerc e il rimpianto di Sainz

F1, disastro Ferrari a Monaco: lo sfogo di Leclerc e il rimpianto di Sainz
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Sorpassare a Monaco non è semplice, anzi, forse è l'impresa più ardua per un pilota di Formula 1. Proprio per questo le qualifiche assumono un ruolo centrale nel circuito di Monte Carlo, una sfida di velocità che Charles Leclerc aveva vinto con largo margine rispetto agli avversari Red Bull.

Se da un lato a Maranello continuano ad investire sulla F1-75, dall'altra c'è bisogno di riorganizzare il muretto box dal momento che la strategia di Monaco, a conti fatti, è culminata in un disastro che è costata a Leclerc la vittoria e la perdita di punti preziosissimi per il Mondiale.

Punti che sono diventati ancor più pesanti dopo i problemi all'unità MGU-H in Spagna. Il momento radio tra Charles e il suo ingegnere è stato il riassunto di una serata totalmente da dimenticare per il pilota monegasco che si è lasciato andare a gesti di rabbia e di sfogo nei confronti del team. Ovviamente, al termine del gran premio il pilota n°16 si è lasciato andare ad una democratica -e sincera- dichiarazione d'amore nei confronti della scuderia per la quale lavora, senza però ribadire che quanto accaduto non doveva succedere. Sainz, invece, per certi versi favorito dalla strategia e ritrovatosi così a mantenere la seconda posizione, ha spiegato di aver mancato la vittoria a causa di Latifi che, durante il suo out-lap non lo avrebbe fatto sorpassare immediatamente facendogli perdere secondi preziosissimi e il vantaggio su Checo.

Il team Principal Mattia Binotto aveva in seguito provato col team a richiamare la FIA per la violazione del regolamento da parte di Verstappen e Perez che è infine culminato con un nulla di fatto da parte della federazione. E voi, invece, cosa ne pensate di quanto accaduto a Monaco? Diteci la vostra opinione a riguardo con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
4