L'ex Magneti Marelli venduta da FCA annuncia nuovi licenziamenti

L'ex Magneti Marelli venduta da FCA annuncia nuovi licenziamenti
di

Nell'ottobre 2018 abbiamo parlato ampiamente della cessione da parte del Gruppo FCA della storica Magneti Marelli. Il marchio italiano sarebbe finito ai giapponesi della Calsonic Kansei, che a maggio 2019 avrebbero annunciato la nuova Magneti Corp. La stessa Magneti Corp. che oggi si appresta a tagliare migliaia di posti di lavoro.

Sembra infatti che l'azienda stia pianificando un taglio in organico di 1.500 posti di lavoro. La colpa di questo nuovo terremoto però non sarebbe il recente cambio di proprietà, bensì la carenza di componenti auto causata dalla pandemia e dall'assenza di materie prime. La crisi dei chip (e non solo) sta colpendo in maniera trasversale tutto il mondo della tecnologia, anche l'industria delle biciclette è in grande affanno e non sono pochi i produttori auto che hanno dovuto fronteggiare ritardi e mancanze (Peugeot ha dovuto ritardare la costruzione della sua nuova 308, per esempio).

Tornando alla Magneti, l'ad della compagnia Beda Bolzenius si è visto costretto a scrivere una lettera ai dipendenti, nella quale ha spiegato che i tagli in arrivo serviranno alla costruzione di un'azienda più agile e competitiva. A oggi la Magneti Corp. vanta 43.000 dipendenti in tutto il mondo, un quarto dei quali si trova in Italia. Nel nostro Paese infatti l'ex Magneti Marelli ha 19 siti produttivi in prossimità degli stabilimenti Stellantis (ex FCA) di Pomigliano d'Arco, Melfi, Torino e Bologna.

Quanto è interessante?
4