Un ex ingegnere Ferrari ha creato un'auto rivestita di tessuto con 7000 km di autonomia

Un ex ingegnere Ferrari ha creato un'auto rivestita di tessuto con 7000 km di autonomia
di

L’inghilterra si sta rivelando una fucina di piccole aziende capaci di sfornare veicoli di tutto rispetto, spesso legati alla propulsione elettrica. Ad esempio, Electric Classic Cars utilizza motori Tesla su auto storiche come il Defender, ma il Fering Pioneer che vedete è un mezzo speciale progettato da un ex ingegnere Ferrari.

Per essere precisi stiamo parlando di Ben Scott-Geddes, un’ingegnere che ha lavorato non solo nella corte del cavallino rampante, ma anche presso McLaren e Caparo, che adesso ha deciso di dedicarsi al mondo del fuoristrada, creando un veicolo dalle caratteristiche alquanto speciali.

Il Pioneer infatti è pensato per l’esplorazione e per i servizi di emergenza o di soccorso in condizioni difficili, per questo è stato dotato di un sistema di propulsione ibrida capace di raggiungere un’autonomia di 7000 km tra un pieno e l’altro. Questo risultato pazzesco si ottiene attraverso l’utilizzo di due motori elettrici montati rispettivamente sull’asse anteriore e posteriore del veicolo, affiancati da un’unità a 3 cilindri da 800 cc di cilindrata alimentata a bio diesel, una scelta simile a quanto fatto da Audi con la RS Q e-tron, l’auto che utilizzerà nel Dakar Rally 2022.

Il piccolo motore termico funziona da range-extender e va a ricaricare le batterie, che da sole avrebbero un autonomia di soli 80 km. Data la sua natura votata ad un utilizzo estremo, in luoghi caratterizzati da temperature eccessivamente calde o fredde, il Pioneer non utilizza batterie convenzionali, ma unità LTO (Lithium Titanate Oxide) caratterizzate da un velocità di ricarica molto elevata a fronte di una densità di energia molto ridotta rispetto alle convenzionali.

Come detto, il SUV deve essere pronto ad ogni tipo di terreno, per questo viene equipaggiato con ruote da 22,5 pollici, misura scelta appositamente perché rispecchia uno degli standard più utilizzati sui camion, risultando anche facilmente reperibile anche negli angoli più remoti del pianeta, in caso di guasti. Inoltre, sebbene possa sembrare mastodontico, il Pioneer pesa soltanto 1500 kg grazie all’utilizzo di un telaio in alluminio e all’utilizzo di tessuto per la carrozzeria.

Proprio così, il Fering Pioneer è rivestito con un tessuto ad alta resistenza simile a quello che si trova nell’attrezzatura da hiking, e oltre a contenere il peso in maniera evidente, è meno costoso da riparare in caso di danno rispetto a pannelli in acciaio o altro materiale. Invece in caso di piccoli urti o sfregamenti si deforma senza rimanere bozzato.

L’ingegnere Scott-Geddes ha messo a punto un veicolo decisamente interessante e ricco di idee interessanti che attualmente è sottoposto ad un severo regime di test prima di sancire l'inizio della sua produzione, stimata per la prima metà del 2022.

FONTE: Carscoops
Quanto è interessante?
1
Il Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle AutoIl Mondo delle Auto