In Europa, la Toyota GR86 resterà in commercio soltanto 2 anni prima di sparire per sempre

In Europa, la Toyota GR86 resterà in commercio soltanto 2 anni prima di sparire per sempre
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Durante l’annuale Kenshiki Forum, il CEO Europeo di Toyota, Matt Harrison, ha dichiarato che stanno ricevendo un sacco di ordini per la GR86, molti dei quali dovuti alla credenza popolare che la nuova GR86 sarà l’ultima vettura di questa stirpe, e ha confermato che, almeno per l’Europa, sarà effettivamente così.

La nuova Toyota GR86 ha di recente cambiato nome per un miglior posizionamento nelle ricerche online e rimarrà sul mercato europeo soltanto per due anni, perché l‘auto non riuscirà a soddisfare le nuove regolamentazioni che entreranno in vigore nel 2024.

Per sopravvivere alle nuove restrizioni richiederebbe una pesante riprogettazione, che ovviamente non è nei piani dell’azienda, e molto probabilmente sarà per davvero l’ultima vettura di questo modello, perché Toyota non sembra intenzionata a riproporre una vettura a combustione interna dalle caratteristiche sportive ma con un costo abbordabile come la GR86.

Tom Fux, vicepresidente europeo senior di Toyota, intervistato ai microfoni di Autocar ha detto: “Alla fine, abbiamo deciso che è importante offrire questo veicolo, ma poi dovremo fermarlo, perché non soddisferà i nuovi requisiti in futuro, ma questi due anni forniranno comunque l'opportunità ai clienti appassionati di ottenere il veicolo”.

Inoltre, riguardo al discorso dell’essere l’ultimo modello della sua stirpe, ha aggiunto: “La GR86 è un'auto sportiva pura che è davvero focalizzata sulle prestazioni e sul divertimento su strada, ma i veicoli futuri avranno un aspetto diverso; saranno elettrificati. Il concetto di sviluppo sarà diverso, quindi è rappresentativa di un'era di sviluppo automobilistico che sta volgendo al termine”.

In futuro la GR86 potrebbe essere rimpiazzata da un veicolo diverso ma che condivide i principi cardine del suo progetto, anche perché Toyota ha investito molto sulla divisione Gazoo Racing, e sicuramente continuerà il suo percorso sfruttando nuove tecnologie.

A tal riguardo Fux ha aggiunto: “Quando i veicoli passeranno a zero emissioni di carbonio, non fermeremo Gazoo Racing. Abbiamo intenzione di continuare il marchio. Un chiaro esempio sono le nostre due auto sportive di punta attuali: l'hypercar nel WEC e la nostra auto nel WRC. Entrambe saranno auto ibride per la prossima stagione ed entrambe saranno alimentate con carburante verde. Quindi stiamo lavorando sulle tecnologie, inoltre ora abbiamo inserito il motore a combustione di idrogeno nella GR Yaris, quindi stiamo cercando di mantenere il marchio e l'entusiasmo del motorsport nell'era delle emissioni zero”.

E a proposito di mondiale rally, godetevi i test pre-campionato della Toyota GR Yaris Hybrid WRC e ascoltate il sound feroce della piccola bomba giapponese.

FONTE: Autocar
Quanto è interessante?
1