INFORMAZIONI SCHEDA
di

Chi conosce il mondo Tesla sa benissimo quali sono le funzionalità avanzate del suo assistente di guida Autopilot, che negli anni è arrivato a essere un vero e proprio antipasto di guida autonoma - in arrivo il prossimo anno non a caso. In Europa però il sistema è fortemente castrato, come spiega l'utente Steven Peeters in un lungo video.

Nel vecchio continente gli utenti Tesla sono frenati dalle regole UN/ECE r79, ma questo cosa comporta all'atto pratico? Cambia davvero l'esperienza generale con Autopilot attivo? Una delle funzionalità più limitate è il Tesla Summon, che permette di richiamare l'auto da remoto con lo smartphone in un'area delimitata. Negli USA si può fare entro i 50 metri di raggio, in Europa si è bloccati a soli 6 metri, cosa che rende la funzione praticamente inutilizzabile.

Anche la Navigazione con Autopilot è fortemente castrata, con possibilità di sterzare in autonomia in curva solo fino a 63 km/h; secondo Steven Peeters, che ora possiede una Model S P100D dopo aver avuto una P85D, questo rende meno sicure le manovre del sistema, pensato per lavorare su standard differenti.

Particolarmente gravi poi le limitazioni sul cambio di corsia automatico, secondo l'Europa una manovra che deve chiudersi in meno di 5 secondi, mentre le Tesla sono programmate per impiegarci anche di più adattandosi al mondo reale. Steven Peeters chiude con un appello: è necessario un cambiamento radicale per lasciare più libertà al software Tesla, da una parte per offrire una migliore esperienza agli utenti, dall'altra per rendere più sicure le manovre automatiche, che invece potrebbero comportarsi in modo strano o anomalo rispetto alle regole europee. Da utenti cosa pensate di questa vicenda? Se l'UE vuole raggiungere gli USA nel settore della guida autonoma è chiaro che qualcosa dovrà cambiare, e anche in fretta.

FONTE: Teslarati
Quanto è interessante?
2