di

Quando si presenta qualcosa di nuovo, come la Ferrari SF1000 di F1 mostrata al mondo ieri 11 febbraio, si attira moltissima attenzione. Probabilmente neppure il cavallino rampante però si aspettava che la monoposto sarebbe finita nel mirino dell'Antitrust, dei NAS e del Ministero della Salute in meno di 24 ore.

La colpa è di un particolare sponsor che campeggia sulla carrozzeria rosso fuoco della vettura, ovvero Mission Winnow, che fa squadra con Ferrari F1 e Ducati Corse già dal 2019 ed è un marchio Philip Morris International. Non una marca di sigarette, anche perché sarebbe vietato fare tale pubblicità, eppure un brand scomodo che non piace all'Unione Nazionale dei Consumatori, che ha presentato un esposto alle entità che vi abbiamo elencato sopra.

Secondo l'esposto, la presenza dello sponsor in eventi di lancio farebbe pubblicità indiretta "un'importante azienda produttrice di sigarette e nuovi prodotti del tabacco". Si parla delle sigarette a tabacco riscaldato, o comunque ci si riferisce anche solo alla sponsorizzazione del dispositivo utile a fumarle, cosa che secondo l'Unione non si può fare sotto "qualsiasi forma di contributo pubblico o privato a un evento".

Ferrari dunque si sarebbe spinta oltre con la presentazione della nuova monoposto SF1000, una grana che si aggiunge a quella riguardante il nome Ferrari Purosangue scelto per il SUV della compagnia - già preso da un'associazione sportiva.

Quanto è interessante?
1