Esce dall'auto elettrica in ricarica prima che questa esploda: le immagini

Esce dall'auto elettrica in ricarica prima che questa esploda: le immagini
di

Ogni vettura, che sia termica o elettrica, ha comunque diverse possibilità di andare a fuoco - per problemi elettrici di varia natura. Negli ultimi anni hanno fatto scalpore soprattutto gli incendi relativi alle elettriche e ora è successo di nuovo: è esplosa una Cherry Arrizo E.

Le immagini arrivano dalla Cina, non a caso sono state caricate sulla piattaforma Weibo. Si vede chiaramente la vettura elettrica in ricarica emanare dell’inquietante fumo, un episodio sufficiente a chiamare in causa i vigili del fuoco. All’interno della vettura c’era inoltre un uomo, uscito da una portiera posteriore giusto qualche attimo prima dell’esplosione. Per vedere il video cliccate qui.

Un’intensa fiammata si vede fuoriuscire dalla parte posteriore dell’auto e ovviamente sotto i riflettori è subito finita la batteria installata nel pianale. Secondo quanto riferito su Twitter, la vettura montava una batteria prodotta dalla CATL (azienda che rifornisce anche Tesla, almeno in parte) da 54,3 kWh, sufficiente a garantire circa 400 km di autonomia.

Il motore che spinge la Chery Arrivo E è invece un Yaskawa PMSM da 120 kW. Per fortuna nessuno è rimasto ferito nell’incidente, le cause dello scoppio però non sono state ancora ufficializzate. Ricordiamo che qualche tempo fa persino Tesla è stata coinvolta in una sorta di “scandalo”, con diverse Model S finite in fiamme per cause in apparenza sconosciute. Poi la società di Elon Musk ha indagato e rafforzato il suo pianale, dopodiché non si sono più registrati episodi.

Quanto è interessante?
1