EPA rivela nuovi dettagli sulla batteria e la pompa di calore del Tesla Cybertruck

EPA rivela nuovi dettagli sulla batteria e la pompa di calore del Tesla Cybertruck
di

Il mistero che avvolgeva il Tesla Cybertruck diventa sempre meno fitto. Dopo il via alle prime (ma poche) consegne del pick-up EV, ecco che un controllo dell'Environmental Protection Agency (EPA) ci rivela alcuni dettagli molto interessanti del modello. Dalla batteria alla pompa di calore, dal peso a un particolare veramente curioso e tanto altro ancora.

A pochi giorni dall'evento di presentazione del modello (una persona ha pianificato un attentato durante l'evento di lancio del Cybertruck) cominciamo a conoscere alcuni segreti dell'immenso macchinone di Elon Musk, questi svelati da un'attenta analisi svolta solamente pochi giorni fa. A dire il vero, il resoconto dell'EPA non rivela poi grandissime novità riguardo a Cybertruck, ma alcuni punti meritano attenzione.

Occhi puntati soprattutto sulla batteria del pick-up, uno dei più grandi punti di domanda in questi quattro anni, vale a dire da quando il veicolo è stato annunciato per la prima volta. In questo caso vengono rivelati i suoi valori, come la tensione totale del pacco batteria (816 V), la capacità energetica in A (150 Ah), l'energia specifica (170 Wh/kg) e una capacità generale pari a 122,4 kWh, dato in linea con quello ufficioso apparso in alcuni report in questi mesi che parlavano di circa 123 kWh.

Ma del Tesla Cybertruck (il Cybertruck è riuscito a mantenere le promesse di Elon Musk?) sono ancora diversi i misteri rimasti irrisolti. L'EPA cerca di svelarne alcuni, mostrando anche dei dettagli piuttosto singolari. Nei documenti infatti si parla anche della pompa di calore presente sul pick-up. Si tratta di una soluzione molto ingegnosa capace di portare innumerevoli benefici, come la riduzione delle perdite di calore o la massimizzazione dell'autonomia soprattutto nei mesi più freddi.

Infine, è presente anche una piccola nota di colore. Infatti, nei pressi della presa di ricarica posizionata sul parafango posteriore sinistro è presente un piccolo LED che si colorerà a seconda dello stato di ricarica, e anche per avvertire l'automobilista in caso di problemi, come per esempio il cavo posizionato in maniera errata.