Eni e Ionity insieme per lo sviluppo delle colonnine di ricarica veloci

Eni e Ionity insieme per lo sviluppo delle colonnine di ricarica veloci
di

ENI ed Ionity, la joint venture creata tra BMW, Daimler, Ford e Volkswagen, hanno annunciato di aver siglato un accordo per lo sviluppo delle colonnine di ricarica superveloci nelle stazioni di servizio Eni.

Attraverso questa partnership Ionity conferma il proprio impegno a sviluppare 400 stazioni di ricarica entro il 2020 nel Vecchio Continente, attraverso l'installazione di oltre 2.400 colonnine di ricarica superveloci.

La scelta del consorzio è ricaduta su ENI, con cui ha siglato un accordo di esclusiva per il canale delle stazioni di servizio stradali. L'accordo firmato tra le parti prevede la realizzazioni di trenta stazioni di ricarica a partire dal 2019.

Per ogni stazione sono previste sei colonnine di ricarica con potenza di massimo 350 kW (cento volte circa quella delle utenze domestiche) e che in meno di venti minuti sono in grado di rifornire le attuali automobili elettriche, oltre che quelle di nuova generazione.

ENI dal suo canto ha accolto con favore l'accordo, sottolineando come la strategia di Ionity rientri a pieno titolo nel piano industriale messi su dalla società italiana, che ha montato su 3.500 stazioni di servizio colonnine che erogano Eni Diesel+, ovvero il carburante premium con il 155 di energia rinnovabile prodotta a Venezia. Un accordo quindi senza dubbio importante, che va a sommarsi al Piano Nazionale di Enel.

FONTE: ANSA
Quanto è interessante?
4

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!