Eni ed Fca presentano la benzina A20 che riduce le emissioni di CO2

Eni ed Fca presentano la benzina A20 che riduce le emissioni di CO2
di

La mobilità elettrica aiuterà certamente a ridurre le emissioni di CO2 nelle grandi città, per uno switch su larga scala ci vorrà però ancora del tempo. Nel frattempo Eni ed FCA hanno sviluppato un nuovo carburante, l'A20, che limita le emissioni e permette un'alta efficienza.

È dal 2017 che le due realtà collaborano alla creazione del nuovo carburante, che può vantare un contenuto di alcoli molto basso: parliamo del 15% di metanolo e del 5% di bio-etanolo. La sua conformazione serve a limitare le emissioni di CO2 sia dirette che indirette, il vero punto di forza è però rappresentato dalla sua compatibilità.

Nella pratica, il nuovo carburante A20 funziona senza problemi con la maggior parte delle vetture a benzina attualmente circolanti (a tal proposito, proprio la benzina è aumentata a marzo 2019), vendute in Italia dal 2001 in poi - parliamo di circa 12 milioni di veicoli, più del 60% del nostro parco auto a benzina. Significa che da cittadini possiamo contribuire a diminuire l'inquinamento adottando questo nuovo carburante "green", disponibile prossimamente, senza cambiare vettura.

La formula però non è completa ed Eni ed Fca stanno lavorando ulteriormente per migliorare il livello di emissioni. "Il nuovo alternative fuel consente risparmi sulle emissioni di CO2 fino al 3% allo scarico, secondo il nuovo standard europeo WLTP" ha fatto sapere Eni in una nota. Speriamo che questi valori possano diventare ancora più importanti. Nel frattempo, oltralpe si parla dell'ottima Ford Kuga a bioetanolo, carburante che costa meno di 1 euro al litro.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
3