La prima elettrica di Mazda è più lenta per somigliare ad un'auto tradizionale

La prima elettrica di Mazda è più lenta per somigliare ad un'auto tradizionale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

A quanto pare Mazda sta adottando uno degli approcci più strani e controversi possibili per l'ingresso nel mondo delle auto elettriche. Infatti il produttore ha intenzione di rallentare in modo artificiale la sua prima EV "per farla sembrare simile ad un'auto a combustione."

La casa automobilistica giapponese, rispetto ad altri brand, è in ritardo sul rollino di marcia dei veicoli elettrici. Mazda ad oggi non ha ancora lanciato un'auto completamente elettrica, e le alte cariche interne hanno sempre evitato di andare nella direzione comune per spingersi verso la tecnologia delle fuel cells a idrogeno. Fino a quando, lo scorso anno, è stata presentata la prima EV: la MX-30 che è stata accolta in modo tiepido a causa del pacco batterie non grandissimo e della conseguente scarsa autonomia.

Quello che apprendiamo adesso è che non solo la capienza è stata resa bassa appositamente, ma oltretutto è stata ridotta la coppia del motore elettrico in modo artificiale, per rendere l'accelerazione della MX-30 simile ad una eventuale controparte ad alimentazione tradizionale. Questo il report di Autocar in seguito all'intervista ai dirigenti Mazda:"Gli ingegneri Mazda hanno anche modificato l'erogazione della coppia del motore elettrico della MX-30 per renderla meno frenetica, caratteristica spesso insita nelle EV. Il motivo è che vogliono rendere il passaggio alla MX-30 meno accentuato se si viene da una tipica automobile con motore a combustione interna."

Per precisare vi diciamo che la MX-30 dispone di un pacco batterie da 35,5 kWh, mentre il motore è in grado di fornire 142 cavalli di potenza e 264 Nm di coppia. L'autonomia è stimata essere intorno ai 210 km per singola carica, utilizzando lo standard WLTP. Lo scatto da 0 a 100 km/h viene eseguito invece in 9 secondi.

Di recente la compagnia aveva difeso la sua scelta sull'autonomia tirando in ballo le emissioni di CO2, le quali sarebbero state sicuramente ingenti in caso di batteria da 95 kW o più.

FONTE: electrek
Quanto è interessante?
2