Ecotassa 2019 approvata alla Camera: senza modifiche colpito il 49% delle nuove auto

Ecotassa 2019 approvata alla Camera: senza modifiche colpito il 49% delle nuove auto
di

La Legge di Bilancio 2019 ha superato il suo primo scoglio, raccogliendo la fiducia alla Camera dei Deputati. Come ben sappiamo, all’interno della manovra si trova la nuova ecotassa sulle auto immatricolate a partire dall'1 gennaio del prossimo anno, calcolata in base alle emissioni di CO2.

Il testo è stato approvato con 312 si, dunque a larga maggioranza, e 146 no, con 2 astenuti. Ora la vera battaglia sarà al Senato, dove verranno decisi eventuali cambi e modifiche. L’ala del Movimento 5 Stelle sembra davvero determinata ad approvare il testo, mentre la Lega di Matteo Salvini è decisamente più cauta, più propensa ad affossare del tutto la proposta (nonostante il voto favorevole alla Camera).

Come abbiamo visto in un recente articolo, nel caso in cui la legge passasse così com'è, sarebbero colpite anche le auto più popolari, pensiamo soprattutto alla Fiat Panda, la vettura più venduta in Italia - anche negli ultimi 12 mesi. Gli scaglioni della nuova tassa partono da un malus di 150 euro per arrivare anche a 3.000 euro, soldi che andranno ad alimentare gli incentivi 2019 per l’acquisto di auto elettriche, ibride o a metano.

Le critiche maggiori però derivano dallo sbilanciamento della proposta, poiché si è calcolato che soltanto l’8% delle macchine con emissioni fino a 90 g/km potranno godere dell’incentivo statale, e senza limiti di prezzo - ovvero potranno godere del medesimo bonus auto entry level come costose vetture elettriche di lusso. Di contro, l'ecotassa andrà a colpire il 49% delle nuove immatricolazioni, ma i giochi sono ancora aperti. Il Ministro Luigi Di Maio ha già promesso modifiche sostanziali, e presto potrebbe arrivare lo stop dell'ecotassa per le citycar e le familiari, bisognerà però aspettare la discussione al Senato.

Quanto è interessante?
7

Le Offerte e le parti di ricambio per Auto e Moto in offerta su Amazon.it.