Ecco un'occhiata su come Ford usa i robot per testare i propri prodotti

di

Si chiama "Robutt" ed è così che Ford chiama il suo "posteriore meccanico". Viene utilizzato per determinare la durata e la fruibilità dei sedili nelle sue auto.

Nonostante il nome, l'azienda sembra prendere sul serio l'impiego e i benefici che questo robot porta con sè. Innanzitutto, la casa automobilistica utilizza sensori di pressione per misurare la forza che le persone reali applicano al sedile, entrando e uscendo dalla vettura.

Dopo di che vengono raccolti i risultati per permettere al robot di simulare correttamente la seduta di un umano. Il robot di Ford simula l'uso del sedile da parte di una persona fino anche a 25.000 volte. Ford afferma che il robot simula 10 anni di utilizzo in sole 3 settimane. Se il test ha successo, il modello corrispondente a quel sedile verrà poi implementato nelle auto per la vendita.

FONTE: techcrunch
Quanto è interessante?
3