C'è un Tesla Cybertruck in versione Performance e lo ha svelato Elon Musk: come sarà?

C'è un Tesla Cybertruck in versione Performance e lo ha svelato Elon Musk: come sarà?
di

Elon Musk torna ad accendere i riflettori sul Tesla Cybertruck a seguito di un tweet decisamente criptico. Nelle scorse ore, rispondendo ad un post, l'uomo più ricco al mondo ha spiegato di aver guidato una versione Performance del suo pick-up.

Ma vediamo nel dettaglio cosa ha scritto il buon Elon Musk (il cinguettio lo trovate subito qui sotto): "Ho appena guidato un Cybertruck Performance e spacca a un livello superiore”. Leggendo il post del numero uno di Tesla si capisce chiaramente come esista una versione “plaid” del pick-up più chiacchierato di tutti i tempi e che nessuno aveva fino ad ora menzionato.

Si tratta quindi molto probabilmente di un modello speciale con più potenza, più coppia e quindi più velocità. Il commento di Musk è giunto in risposta ad un altro post in merito alla possibilità di una versione Plaid della nuova Tesla Model 3 presentata pochi giorni fa in via ufficiale.

Elon Musk ha spiegato che non arriverà, almeno per il momento, tale versione, per poi appunto aggiungere un commento sul Cybertruck Performance, alzando in maniera esagerata l'hype nei confronti di quest'auto a dir poco folle e completamente di rottura rispetto ai modelli del passato.

Non è da escludere che questa versione del pick-up sia in qualche modo correlata al video delle scorse ore in cui si nota il Tesla Cybertruck in una 'drag race' mostrandosi alquanto scattante: che a testare l'auto nella Tesla Factory di Fremont, in California, vi fosse proprio Elon Musk in persona?

Il numero uno dell'azienda ha forse voluto tastare con mano le performance del modello “top”, dopo di che ha deciso di esternare il suo entusiasmo via social.

A questo punto si cercherà di capire quali saranno i numeri di questo modello di Cybertruck anche se ovviamente non sarà semplice scovarli anche perchè di fatto non si conoscono neanche i dati tecnici del modello “base”. Non ci resta che rimanere in attesa di buone nuove, sempre che mai arriveranno.