Ducati, la "pinna" della Desmosedici dichiarata "regolare" dalla FIM

Ducati, la 'pinna' della Desmosedici dichiarata 'regolare' dalla FIM
INFORMAZIONI SCHEDA
di

"La Corte d'Appello della Federazione Internazionale ha confermato che il nostro dispositivo è completamente legale. I punti del Qatar sono salvi e potremo utilizzarlo anche nelle prossime gare”, si conclude così la vicenda della “pinna” della Desmosedici GP 2019 di Ducati, accusata di concedere un “vantaggio aerodinamico” contro il regolamento.

La sentenza della FIM, la Fédération International de Motocyclisme (FIM), infatti, ha confermato il risultato positivo della vittoria di Dovizioso, stabilendo la regolarità dell’utilizzo “dell’ala aerodinamica” e l’incontestabilità di un suo uso in futuro. «La richiesta di dichiarare il Dispositivo illegale e vietarne l'uso nelle gare future è respinta. I risultati provvisori della gara sono confermati e dichiarati definitivi», ha dichiarato la FIM nel suo comunicato ufficiale.

Il commento di Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati, è esemplare:«è un peccato che per ottenere questo risultato abbiamo dovuto spendere il nostro tempo e denaro con gli avvocati, e rivelare ai nostri avversari le nostre cognizioni sul raffreddamento della gomma», spiega, rompendo un silenzio social durato ben 17 giorni.

Insomma, una notizia che cementa la vittoria di Dovizioso il 10 Marzo. Non resta che vedere se, entro i prossimi 5 giorni, Aprilia, Honda, Suzuki e KTM decideranno di presentare ricorso davanti al Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna.

«Molte persone nelle ultime settimane hanno dichiarato che stavamo imbrogliando. Speriamo che ora facciano silenzio e cerchino di batterci in pista», conclude Domenicali.

Quanto è interessante?
0
Ducati, la 'pinna' della Desmosedici dichiarata 'regolare' dalla FIM