di

Il video in alto è una prova di forza piuttosto peculiare tra una Tesla Model 3 Performance e una Nissan GT-R modificata sul dritto. La drag race può sembrare avere un esito scontatissimo, ma in realtà non è andata così.

Prima di analizzare la situazione ai nastri di partenza, c'è da dire che la Nissan GT-R non è lievemente potenziata, ma sfrutta un motore da ben 1.200 cavalli, assolutamente visibili soprattutto nelle parti conclusive delle sfide.

A ogni modo il primo test ha visto sorprendentemente trionfante la Model 3 Performance, ma in questo caso la Nissan ha avuto un problema: era disattiva la configurazione per la gara d'accelerazione, e quindi i primi metri sono stati davvero pessimi per la sportiva giapponese. La coppia istantanea dell'auto elettrica invece ha fatto come sempre il suo egregio lavoro, andando a livellare le distanze dell'output di potenza.

La seconda prova ha avuto però un finale diametralmente opposto, nonostante il conducente della Nissan GT-R non sia stato fulmineo. I primi metri hanno testimoniato il discreto vantaggio della Model 3 Performance, ma inevitabilmente i 1.200 cavalli hanno cominciato a tirare, e allora al traguardo la vincitrice non poteva che essere la GT-R modificata.

Se vi interessano queste prove di forze sul dritto, vi consigliamo di dare un'occhiata ad altri due esempi degni di nota. Il primo concerne una sfida all'ultimo sangue tra una serie di apprezzatissime sueprcar: troviamo infatti sulla griglia di partenza una Lamborghini Huracan Performante, una Ferrari 812 Superfast, due McLaren 720S e una Ferrari 488 Pista. Chi ha avuto l'onore di spiccare? L'ultima prova è quella di una Dodge Charger spaventosa, la quale ha battuto una dopo l'altra una Corvette C7 Z06, una Ford Mustang, una Tesla Model 3 e una BMW M5.

FONTE: insideevs
Quanto è interessante?
1