di

Schierate l'una di fianco all'altra nel video in alto troviamo una Chevrolet Corvette C8, una Toyota Supra e l'ultima generazione di Porsche 911 Carrera S. Ovviamente la Supra parte nettamente sfavorita rispetto alle altre concorrenti, ma l'esito della gara d'accelerazione può comunque essere incerto circa la prima posizione.

Partiamo dai numeri. La Porsche 911 Carrera S monta un poderoso sei cilindri in linea bi-turbo da 3,0 litri, il quale sprigiona 450 cavalli di potenza a 6.500 giri al minuto e 530 Nm di coppia tra i 2.300 e i 5.000 giri. La sua esuberanza è scaricata sulle ruote posteriori attraverso un cambio PDK a otto rapporti. Il risultato è uno scatto da 0 a 100 km/h in poco più di 3 secondi con pacchetto Sport Chrono.

Alla sinistra del bolide tedesco troviamo la Corvette C8 Stingray, mossa da un enorme V8 aspirato da 6,2 litri erogante 502 cavalli di potenza e 637 Nm di coppia, i quali pongono l'americana davanti alla rivale d'oltreoceano. A ogni modo il tutto è convogliato verso le ruote posteriori da un cambio automatico a doppia frizione e sette rapporti e, anche in questo caso, la macchina può arrivare a 100 km/h da ferma in circa 3 secondi.

La Toyota Supra ha un enorme malus dal punto di vista numerico, e in effetti non comprendiamo appieno la scelta di disporla ai nastri di partenza con le altre due. Comunque la sportiva nipponica produce 340 cavalli di potenza e 495 Nm di coppia provenienti da un motore a sei cilindri in linea da 3,0 litri fornito direttamente da BMW. Secondo i dati ufficiali la vettura può scattare da 0 a 100 km/h in 4,1 secondi, e lasceremo alla pista decretare il distacco che subirà.

Venendo al succo della sfida, la prima prova vede portarsi immediatamente in vantaggio la fenomenale 911 Carrera S nei confronti della Corvette C8, a riprova delle incredibili doti sul dritto dell'ultima generazione di 911, che trova nella top di gamma Turbo S un modello imbattibile (ecco un esempio). Il secondo test è risultato essere ancora più schiacciante nel decretare la vincitrice, con la Supra a subire l'ultima posizione con un grande e ovvio margine.

Nel caso foste interessati ad ammirare altre gare d'accelerazione, eccone una davvero peculiare: un esemplare unico di Bugatti Veyron ha sfidato la pazzesca Bugatti Chiron. Infine non possiamo non menzionare l'affascinante scontro fra una Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, una BMW M4 e una Audi RS5: ecco come si sono comportate le tre berline sportive.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2