INFORMAZIONI SCHEDA
di

La storia della Dodge Challenger a motore termico sta volgendo al termine ma ancora deve essere svelato il modello finale, una versione fuori dalle righe che sarà il canto del cigno della Challenger, e nel frattempo il boss di Dodge ha svelato interessanti retroscena sulla muscle car.

Le prossime Dodge Charger e Challenger saranno elettriche, quindi saranno radicalmente diverse dai modelli attuali, ma sul finire dell’attuale generazione si scopre che la Challenger poteva diventare ben più prestante ed “europea” rispetto a quello che è diventata.

Lo apprendiamo all’interno di un episodio di Autoline Network Podcast, dove il boss di Dodge, Tim Kuniskis, ha affermato che quando l’attuale generazione di Challenger era ancora in via di sviluppo, sul tavolo dei progettisti era arrivata anche la piattaforma dell’Alfa Romeo Giulia, la blasonata piattaforma Giorgio che è stato sin da subito uno dei punti forti della berlina italiana.

Ebbene, la Challenger poteva crescere su quella piattaforma ma per problemi di natura finanziaria e per altre complicanze alla fine è stata scartata puntando ancora una volta sull’architettura Chrysler.

A tal riguardo, il boss ha affermato che “Sulla piattaforma Giorgio avremmo avuto un'auto che, francamente, sarebbe stata più leggera, si sarebbe gestita meglio", e questo l’avrebbe resa una degna rivale di Ford Mustang e Chevrolet Camaro: "Quelle sono ottime macchine, sono macchine fantastiche, perché dovremmo combattere con loro, nel loro territorio? Rimaniamo nel nostro restando totalmente diversi da loro, andiamo a sinistra quando vanno a destra e proviamo a possedere questo spazio”.

E tutto sommato possiamo dire che la scelta è stata giusta, dato che la Challenger è diventata comunque una delle auto sportive più vendute negli Stati Uniti. A questo punto bisogna pensare al futuro, e chissà cosa ci riserverà il mondo delle muscle car elettriche: intanto Dodge ha sbalordito tutti con la presentazione della Charger Daytona SRT Concept elettrica.

Quanto è interessante?
1