di

Quante volte abbiamo assistito ad episodi spiacevoli in occasione di raduni o altri eventi organizzati a tema motoristico. In queste situazioni c’è chi si lascia prendere dall’euforia e a quel punto è un attimo incappare in un errore, specialmente se ci si trova alla guida di una temibile Ferrari F40.

Infatti l’edizione 2022 della hillclimb svizzera di Kerenzerbergrennen, organizzata per festeggiare il 75° anniversario del marchi Ferrari, è diventata qualcosa da dimenticare per il conducente di una leggendaria F40. Il generoso turbo lag che contraddistingue la sportiva del cavallino era il suo punto forte e debole allo stesso tempo.

La botta nella schiena quando entrava in pressione il turbo era qualcosa di indimenticabile ed emozionante, ma allo stesso tempo era pericolosissimo per tutti coloro che non le davano del lei. Ebbene, la scorsa domenica un’altra Ferrari F40 è andata distrutta proprio a causa del calcio del turbo.

Durante una parate di modelli Ferrari di vario tipo ed epoca, il conducente della F40 ha dato gas con troppa leggerezza, e uscendo da una curva a sinistra ha perso il controllo del mezzo finendo dritto contro le barriere, dietro alla quale stazionava del pubblico. Fortunatamente nessuno si è fatto male, ma non si può dire lo stesso dell’auto, che sebbene non abbia ricevuto un danno terminale, di certo sarà una bella gatta da pelare in fatto i costi e reperibilità dei pezzi di ricambio (una delle ultime Ferrari F40 in tinta Rosso Corsa è stata venduta a un prezzo clamoroso).

Quanto è interessante?
2
Distrutta una Ferrari F40 durante un evento in Svizzera: il calcio del turbo non perdona