INFORMAZIONI SCHEDA
di

Koenigsegg al momento è assolutamente concentrata sullo sviluppo della Gemera e della Jesko. Con la prima il brand svedese promette l'immissione sul mercato di una vettura spaziosa per essere una hypercar e rivoluzionaria dal punto di vista della meccanica. Riguardo la seconda le informazioni sono poche, ma conosciamo la velocità massima: 532 km/h.

Dopo aver fatto questa breve ed esplicativa introduzione vi diciamo che, continuando a leggere, vi stupirete ugualmente, soprattutto dopo aver preso visione del contenuto pubblicato su YouTube da Zachs Garage e visibile in testa alla pagina.

Quella del video è una pazzesca Koenigsegg Regera, presentata al Salone dell'automobile di Ginevra ormai cinque anni or sono. La macchina è mossa da un poderoso V8 bi-turbo da 5,0 litri, il quale lavora in sinergia con tre unità elettriche YASA. In totale il bolide può erogare un massimo di 1.800 cavalli di potenza e 2.000 Nm di coppia, che come risultato danno uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 3 secondi e una velocità massimale di circa 410 km/h.

L'esemplare in alto però non stupisce soltanto per le sue specifiche, ma anche per l'estetica con la quale si mostra. La verniciatura principale della carrozzeria è in una speciale tonalità blu fibra di carbonio, che siamo sicuri costi un occhio della testa. A contrastare il tutto ci pensano elementi in vera fibra di carbonio che avvolgono le minigonne, l'alettone e piccole porzioni della fascia anteriore.

Inoltre l'unità è stata equipaggiata con il "Ghost Package". Ciò si traduce nell'installazione di uno splitter frontale più grosso che termina esternamente con alette in carbonio usate anche per il retrotreno e nell'implementazione di un sistema di sospensioni creato apposta per la Regera. Gli accenti in oro si fanno poi notare in modo particolare da ogni angolazione e culminano nella scritta "Regera" posta al termine del tetto spiovente.

Assolutamente degni di menzione anche gli interni, dove a dominare sono ancora una volta il blu acceso, la fibra di carbonio e i dettagli dorati, che costituiscono le maniglie di apertura delle portiere, le cuciture sui sedili e tanto altro. Insomma l'abitacolo è tutt'altro che spartano e fa di tutto per attirare l'occhio dell'osservatore.

Per concludere vi consigliamo la visione di un cortometraggio appena caricato su YouTube dalla stessa casa automobilistica svedese, che incarna proprio l'esempio della mentalità della compagnia.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2