Diesel nemico sbagliato: l'UP difende i motori Euro 6, utili a diminuire le emissioni

Diesel nemico sbagliato: l'UP difende i motori Euro 6, utili a diminuire le emissioni
di

Il mercato auto sta spingendo a più non posso sull'elettrico, il caro diesel però (amato soprattutto da noi italiani) potrebbe presto prendersi una rivincita. A dirlo è un nuovo studio pubblicato dall'Unione Petrolifera italiana e da AlixPartners, secondo cui il "gasolio sarebbe da assolvere".

La guerra che istituzioni e produttori stanno portando avanti contro il diesel potrebbe fare molto male all'ambiente nel breve e medio periodo, come dimostrerebbero già i dati di gennaio e febbraio 2019. Le vendite dei motori a gasolio sono calate dal 55,8% al 43,2%, nonostante questo però le emissioni di CO2 medie sono salite da 112 g/km a 121,5 g/km.

Secondo l'Unione Petrolifera è sbagliato considerare il diesel come il peggior nemico, al contrario - al momento - potrebbe essere una delle soluzioni al problema. Le auto diesel Euro 6 di nuova generazione emettono il 95% di NOx in meno rispetto a una Euro 0 e il 96% di particolato in meno rispetto a una Euro 1. Sempre secondo la UP, è giusto rimuovere dalla strada o bloccare i diesel più anziani ma non demonizzare i nuovi motori, come gli Euro 6D, perfettamente capaci di stare al di sotto dei limiti consentiti.

Al momento, sottolinea lo studio, le auto elettriche sono ancora molto care, per via dei costi di produzione, solo verso il 2025 - quando le EV e le PHEV saranno il 20% delle vendite totali - ci sarà un sensibile calo dei prezzi, fino ad allora però sarebbe sbagliato prendersela con il diesel di nuova generazione, che ha un impatto ormai marginale sull'ambiente.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
1