di

La moto che vedete in questo articolo non stonerebbe affatto sulle griglie di partenza della Superbike o della MotoGP vero? In effetti è a tutti gli effetti una moto da corsa, ma ha la particolarità di essere totalmente elettrica. Si chiama Delta-XE ed è stata progettata da ragazzi dell’Università di Twente, in Olanda.

Lo sviluppo della moto è dovuto al programma Electric Superbike Twente organizzato dall’università, che ogni anno seleziona una serie di ragazzi a cui affida la progettazione di una moto da corsa elettrica con un'unica ambizione: raggiungere i tempi sul giro delle MotoGP.

La Delta-XE è il quarto progetto da quando è nata quest’iniziativa, e dispone di 150 kW (poco più di 200 CV), erogati da un motore elettrico AC a magneti permanenti realizzato ad hoc, assieme ad un pacco batterie al litio da 13.5 kWh, con 576 celle. Il telaio tubolare invece è stato progettato dall’olandese Bakker Framebouw, caratterizzato da una struttura a traliccio e forcellone bi-braccio convenzionale.

All’anteriore c’è una forcella a steli rovesciati contente la cartuccia idraulica Ohlins, lo stesso brand utilizzato anche per l’ammortizzatore posteriore, ossia un Ohlins TTX GP, collegato direttamente al forcellone senza alcun tipo di leveraggio. Rimanendo in tema di ciclistica, l’impianto frenante è affidato a pinze monoblocco realizzate da HEL Performance mentre per quanto riguarda i cerchi, troviamo un’unità Marchesini in alluminio all’anteriore e una PVM in magnesio al posteriore, per una massa complessiva di 220 kg.

Tutto il comparto tecnico si cela sotto alle carene che riprendono lo stesso design della Suter MMX 500 a 2 tempi, verniciate con una livrea rossa e nera con dettagli in grigio, che ricorda le recenti colorazioni delle Ducati impiegate in MotoGP.

La moto non è ancora scesa in pista, ma le prestazioni dichiarate parlano di una velocità massima di 300 km/h, un’accelerazione nello 0-100 km/h in meno di 3 secondi, mentre i 200 km/h si raggiungono in meno di 9 secondi. Numeri niente male, grazie anche al peso contenuto considerando che stiamo parlando di una moto elettrica. Ottenere delle prestazioni simili alle MotoGP è il sogno del team, ma chiaramente c’è ancora molto lavoro da fare in questo senso, ciò nonostante questa moto mostra grandi potenzialità.

La classe regina è quindi distante, ma chissà come si comporterebbe nella categoria MotoE, il campionato delle moto elettriche Energica, il marchio italiano che ha visto un forte incremento delle vendite nel 2020 e che per il 2021 ha portato tante novità, alcune derivate proprio dalle competizioni.

FONTE: Rideapart
Quanto è interessante?
1
Questa è la Delta-XE, una superbike elettrica progettata per essere veloce come le MotoGP