Dacia non utilizza sistemi di sicurezza attiva perché vengono disattivati dagli utenti

Dacia non utilizza sistemi di sicurezza attiva perché vengono disattivati dagli utenti
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Guardando i risultati dei crash test Euro NCAP spesso i modelli Dacia ottengono un risultato molto basso, ma non pensiate che le auto del costruttore rumeno non siano sicure, perché ciò che abbassa la valutazione è la mancanza dei sistemi di sicurezza attiva alla guida, e non le performance nell’impatto. E il CEO dell’azienda ne è consapevole.

Di recente Dacia ha aggiornato la sua visual identity, ma ciò nonostante continua a non offrire questi sistemi di sicurezza e così facendo va ad inficiare il risultato finale dei crash test, ma al CEO questo non interessa.

Infatti Denis Le Vot, intervistato dal magazine inglese Top Gear, ha affermato che: “Molte persone disattivano l'assistenza al mantenimento della corsia. Lo fai perché sei un essere umano e valuti la situazione in modo da disattivare la tecnologia. Quello che facciamo è di non vendervelo. Sappiamo che le persone disattivano l'assistenza al mantenimento della corsia, quindi perché dovremmo venderla?”.

In questo modo il produttore evita di far pagare, o di offrire, un sistema che a quanto pare viene spesso disattivato (probabilmente hanno fatto delle ricerche sul tema), e questo permette un ulteriore contenimento dei costi non solo nella produzione ma anche del prodotto finale, che arriva sul mercato con prezzi incredibilmente aggressivi (siamo rimasti impressionati dal rapporto qualità/prezzo della Dacia Jogger a 7 posti).

E in fin dei conti questo approccio paga, specie se guardiamo ai risultati di vendita registrati dal costruttore rumeno. Dacia infatti può sembrare una piccola realtà, ma stando ad un report di Automotive News Europe, si piazza al terzo posto in termini di vendite a livello europeo.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1