Da Torino a New York: una Fiat 500 F verrà esposta al Museum of Modern Art

Da Torino a New York: una Fiat 500 F verrà esposta al Museum of Modern Art
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Una delle vetture più iconiche del “Bel Paese”, la famosa Fiat 500, nasceva nel 1957 dai disegni di Dante Giacosa: costava 490.000 lire, aveva una velocità massima di 85 km/h ed era una vettura semplice e leggendaria.

Un'auto che, come pensavano Agnelli e Valletta, doveva essere talmente economica da poter essere acquistata anche da uno degli operai che la costruivano: senza levette devioluci, vetri fissi, con il tetto in tela e con una scomoda panchetta al posto dei sedili posteriori, la piccola quattroruote ancora non lo sapeva, ma era destinata a percorrere una lunga strada di evoluzioni e modifiche.

Prodotta fino al 1975, la 500 ha rappresentato un vero e proprio punto di svolta per Torino, coinvolgendo nella sua produzione migliaia di operai e diventando protagonista di numerose pellicole cinematografiche, da James Bond fino a Cars della Pixar.

In un'Italia che attraversava il “boom economico”, la piccola Fiat vendette più di 4 milioni di esemplari. E mentre a Mirafiori si progetta la nuova 500 elettrica, al Moma (Museum of Modern Art) di New York la “vecchia” Fiat 500 F ritorna all'interno della mostra "The Value of Good Design" come simbolo della "democratizzazione" del design che si visse in Italia e nel mondo tra la fine degli anni ’30 e l’inizio del 1950.

"La 500 è un'icona di stile italiano mai passata di moda e che, nel corso dei decenni, ha conquistato innumerevoli fan in tutto il mondo, grazie ai suoi tratti inconfondibili e alla sua spiccata personalità. Sin dal 1957, Fiat 500 ha saputo regalare un tocco di colore e un sorriso alla quotidianità dei suoi clienti, diventando ambasciatore del Bel Paese e affermandosi come icona riconosciuta di design e stile made in Italy" Luca Napolitano, Head of Emea Fiat e Abarth.

FONTE: Ansa.it
Quanto è interessante?
2