La Cupra Leon si sottopone alla cura del tuner ABT: quasi 400 CV e assetto rivisto

La Cupra Leon si sottopone alla cura del tuner ABT: quasi 400 CV e assetto rivisto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Le auto di segmento C sono sempre più sportive, almeno nel look, per piacere ad un pubblico giovane ma più maturo, che ha bisogno di più spazio e comodità. Solitamente hanno una versione sportiva che le trasforma in hot hatch, piccole bombette che quando serve sanno divertire. E quando la versione pepata di casa non basta, ci sono i tuner.

In particolare parliamo della Cupra Leon, ossia una Seat Leon allestita dal reparto sportivo Cupra, che prende la vettura base e le dona un motore 2.0 litri con la bellezza di 300 CV e 400 Nm di coppia in versione hot hatch, che diventano 310 CV con la versione Sportstourer, che vanta anche la trazione integrale 4Drive.

Se questi numeri non bastano ad impressionarvi, sappiate che ABT, il tuner più vicino al gruppo Volkswagen, ha ultimato una bella cura ricostituente per entrambe le versioni della Leon, che porta un incremento di potenza quantificabile in 60 CV, mentre la coppia aumenta di 50 Nm. La berlina tocca così quota 360 CV mentre la station wagon arriva 370 CV, entrambe con 450 Nm di coppia massima.

La potenza è nulla senza controllo, e infatti il kit non si basa su un semplice incremento della potenza, ma va a ritoccare anche l’assetto, con molle specifiche che ribassano il corpo vettura di 3 cm accoppiate a bellissimi cerchi a 10 razze da 20 pollici, disponibili in nero opaco o lucido.

La preparazione viene offerta ad un prezzo di 5990 euro a cui si aggiungono le spese per il montaggio di tutti i componenti. Il lato positivo di queste personalizzazioni sta nel fatto che la vettura resta pressoché standard esteticamente e non da troppo nell’occhio. Lo stesso concetto che abbiamo visto di recente con la Ford Focus ST “kittata” da Mountune.

FONTE: Motor1
Quanto è interessante?
1
CUPRACUPRACUPRACUPRACUPRACUPRACUPRACUPRACUPRA