Crea un finto divieto di parcheggio davanti casa, e la polizia rimuove l'auto del vicino

Crea un finto divieto di parcheggio davanti casa, e la polizia rimuove l'auto del vicino
di

Parcheggiare in una metropoli caotica come New York è un'impresa al limite dell'impossibile, salvo pagare una fortuna in abbonamenti per i parcheggi privati. Così, succede che un miliardario decide di creare un finto divieto di parcheggio davanti alla sua proprietà, in modo da essere sicuro di trovare sempre posto libero.

I problemi sono nati quando un suo vicino ha deciso, con tutte le ragioni di questo mondo, di infischiarsene del finto divieto, salvo vedersi sequestrare la macchina dai vigili.

I protagonisti di questa vicenda grottesca sono il miliardario speculatore Noam Gottesman, che ha avuto l'idea luciferina di falsificare il divieto, e il suo vicino Eyal Levin.

Quest'ultimo, lo scorso 23 maggio si è visto sequestrare la macchina dopo averla parcheggiata davanti al civico 777 di Washington Street. Una volta recuperata al deposito per la cifra di 201$, Levin ha scoperto che i vigili lo avevano multato per aver parcheggiato illecitamente davanti ad un passo carraio.

Ed effettivamente i divieti di sosta c'erano, così come l'ingresso con tanto di pendenza sul marciapiede per facilitare il transito di veicoli. Il problema è che entrambe le cose erano state realizzate abusivamente dal miliardario Gottesman, che non aveva ricevuto nessuna autorizzazione dall'amministrazione.

Levin non ha preso molto bene la storia del sequestro:

"È tutta una truffa, non ha un dannato viale per il transito di veicoli", ha detto infatti al NY Daily News. "Ha solamente un cartello contraffatto. Lo sa che è così, tutti sanno che è così. Lo trovo oltraggioso."

Nel frattempo il Department of Buildings dell'amministrazione di New York City avrebbe preso conoscenza dell'abusivismo del miliardario.

FONTE: The Drive
Quanto è interessante?
5