di

La settimana scorsa un video di DragTimes ha scatenato una polemica (diciamo pure una shitstorm) non indifferente, poiché veniva mostrato un poliziotto che fermava una Tesla Model 3 priva di conducente. Poi si è scoperto fosse tutto organizzato, questa volta però non è uno scherzo: ecco un team di poliziotti provare Smart Summon.

Il video di oggi lo dobbiamo a i1Tesla, che ha deciso di far provare la nuova funzione Smart Summon di Tesla a un gruppo di poliziotti Mooresville, in North Carolina. Prima di continuare ricordiamo cos'è Smart Summon: è la nuova funziona del software Tesla V10 che permette di richiamare la Tesla Model 3 con il proprio smartphone entro un raggio di 65 metri. Significa che se l'auto è in un parcheggio e noi siamo all'entrata di un centro commerciale, un ufficio o di casa, lei può in autonomia venire a prenderci.

Una funzione che effettivamente rende possibile lo spostamento dell'auto senza alcun conducente, un qualcosa che potrebbe mettere in crisi la polizia... Ebbene gli agenti del Mooresville Police Department sono rimasti certamente sorpresi dalla funzione, hanno chiesto a Brian Jenkins (i1Tesla) anche informazioni relative alle prestazioni dell'auto e alla sua autonomia.

Poi alla domanda: "Se non sono nell'auto e qualcuno la colpisce in fase di manovra, di chi è la colpa?" gli agenti hanno risposto che "In North Carolina la polizia non decide di chi è la colpa, fa solo un rapporto sull'incidente e sulla dinamica. In ogni caso anche se non si è nell'auto, comunque la si sta controllando con lo smartphone, probabilmente la colpa ricadrebbe su chi la colpisce. Le Tesla hanno camere ovunque, sicuramente l'incidente sarebbe registrato". Che idea vi siete fatti di Smart Summon in queste prime settimane di debutto?

FONTE: Teslarati
Quanto è interessante?
2