Cosa dice la legge sulla guida con le infradito? In caso di incidenti si rischia molto

Cosa dice la legge sulla guida con le infradito? In caso di incidenti si rischia molto
di

È possibile guidare in infradito o addirittura a piedi nudi? Sicuramente non è la scelta migliore, perché il piede rischia di non avere un appoggio saldo sul pedale, e i tempi di reazione potrebbero essere prolungati. Ma le pattuglie della stradale come si comportano in caso di controlli?

La verità è che dal 1993 non esistono più prescrizioni sul tipo di scarpe da utilizzare mentre si è al volante. Insomma, ciabatte, espadrilles, sandali o infradito. Non fa nessuna differenza, da un punto di vista legale.

Non sono previste multe di alcun tipo, nonostante sia un fatto noto che questo tipo di calzature garantiscono un controllo sui pedali meno efficiente, aumentando i rischi di incidenti. E proprio per questo scegliere di guidare in infradito potrebbe non essere un'idea estremamente brillante.

In caso di incidente l'assicurazione —sostiene l'Ansa— potrebbe decidere di non pagare. Se nel verbale delle forze dell'ordine viene menzionato l'inadeguatezza delle calzature utilizzate, l'assicurazione potrebbe richiedere la rivalsa, adducendo come motivazione l'infrazione degli articoli 140 e 141 del Codice della Strada, che obbligano l'automobilista a mantenere un comportamento che garantisca la salvaguardia della sicurezza stradale e che il conducente sia nelle condizioni di compiere tutte le manovre necessarie in condizioni di sicurezza.

Il problema, quindi, non è tanto l'assenza di calzature adatta in sé, quanto il fatto che venga attribuita a questa mancanza la causa principale dell'incidente stradale. In questo caso, se la prognosi della controparte supera i 30 giorni, potrebbe anche scattare una responsabilità per lesioni gravi, così come prevista dalla nuova legge sull'omicidio stradale.

FONTE: Ansa
Quanto è interessante?
3