Coronavirus: Trump chiede a Ford e GM di costruire ventilatori polmonari

Coronavirus: Trump chiede a Ford e GM di costruire ventilatori polmonari
di

Il mondo è praticamente in guerra. Non ci sono però nazioni contro altre nazioni, c'è la popolazione del pianeta che combatte a denti stretti un nemico invisibile come il Coronavirus. Esattamente come durante le guerre mondiali però, diverse grandi aziende stanno spostando la produzione su apparati medici.

È avvenuto in Cina con la BYD, solitamente impegnata nella produzione di auto elettriche, presto potrebbe avvenire nel Regno Unito, con il Governo che ha chiesto supporto e ha già ottenuto l'ok di Toyota, Honda e Vauxhall (Opel in pratica). Ora anche gli Stati Uniti si preparano all'emergenza, con il presidente Donald Trump che sta parlando con alcune delle maggiori realtà industriali del Paese.

Ford, General Motors e FCA hanno già annunciato la chiusura temporanea dei loro maggiori impianti fino al 30 marzo prossimo, nel frattempo proprio Trump sta parlando con Ford per avere supporto nella costruzione di ventilatori e altri dispositivi medicali.

L'ovale blu ha già confermato la sua disponibilità, così come in passato si era trovata a costruire carri armati e aerei per sostenere l'esercito USA. Presto anche GM potrebbe accodarsi nella produzione, così da rendere l'emergenza leggermente più "morbida", almeno dal punto della strumentazione. Chissà che alcuni dei dispositivi "made in USA" non arrivino fino in Europa, dove c'è una grave carenza.

FONTE: Motor1.com
Quanto è interessante?
1