Con il Coronavirus la RC Auto costa sempre meno: nuove richieste a picco

Con il Coronavirus la RC Auto costa sempre meno: nuove richieste a picco
di

Il Coronavirus ha modificato prepotentemente le nostre vite e abitudini, costringendoci a nuovi e inimmaginabili sacrifici. Nel corso del 2020 si sono vendute meno automobili, si sono avuti meno incidenti, motivo per cui i prezzi medi delle tariffe Rc Auto sono in calo.

Secondo l’Osservatorio Rc Auto di Facile.it, il calo delle tariffe sarebbe del 10,5%. A ottobre 2020 per assicurare un veicolo a quattro ruote occorrevano in media 492,03 euro, una cifra per l’appunto inferiore al 10,5% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Il dato emerge dall’analisi di oltre 7.700.000 preventivi raccolti da Facile.it nel corso degli ultimi 12 mesi, oltre che dalle quotazioni offerte da un panel di compagnie che rappresentano il 55% del mercato italiano.

Il calo sta riguardando anche le richieste di assicurazione. Novembre è appena iniziato, eppure al giorno 6 - ovvero il giorno in cui è entrato in vigore l’ultimo DPCM - le richieste di Rc Auto risultavano su base nazionale al -4% rispetto allo scorso anno, con le nuove Zone Rosse che hanno addirittura toccato il -9% (in Lombardia -10%).

Guardando soltanto ai veicoli appena immatricolati, nel primo giorno di lockdown a zone si è registrato un -22% nelle regioni rosse, con la Lombardia al -27%, mentre nelle zone gialle è rimasto un certo ottimismo con richieste aumentate del 6%. Vi ricordiamo che nonostante le Zone Rosse, concessionarie e officine auto e moto sono comunque aperte al pubblico.

Quanto è interessante?
1