Il coronavirus ha bloccato il settore auto: ecco le date dell'eventuale ripartenza

Il coronavirus ha bloccato il settore auto: ecco le date dell'eventuale ripartenza
di

Gran parte delle case automobilistiche possiede almeno uno stabilimento sul suolo cinese. Alcuni di questi sono situati proprio a Wuhan, focolaio dell'influenza portata dal coronavirus. Per cercare di fermarne la propagazione sono state istituite numerose zone di quarantena, e il settore automotive non ha voluto rischiare.

Per questo motivo la produzione di auto ha subito un importante rallentamento, in quanto alcune fabbriche sono rimaste chiuse per precauzione. Le compagnie hanno messo in atto un piano per la riapertura, diamo un'occhiata insieme:

  • BMW ha una joint venture con la società Brilliance, che il 5 Febbraio scorso ha pianificato una ripresa dei lavori entro il 17 Febbraio.
  • Daimler il 3 Febbraio ha annunciato la riapertura dello stabilimento di Pechino per il 10 Febbraio.
  • Fiat Chrysler il 6 Febbraio ha riferito che l'interruzione nella fornitura dei componenti può minacciare anche la produzione sul suolo europeo per le prossime settimane.
  • Ford Motors ha in programma di ricominciare il 10 Febbraio per quanto concerne le industrie di Chongqing e Hangzhou.
  • General Motors in data odierna ha segnato in rosso il 15 Febbraio prossimo.
  • Honda il 7 Febbraio ha riportato un riavvio dei tre stabilimenti di Wuhan siglato per il 13 Febbraio, e ha sottolineato che non ci sono problemi di forniture a minare i piani.
  • Nissan invece fermerà la produzione dello stabilimento di Kyushu, nel sud del Giappone. Il quotidiano Nikkei fa sapere che la compagnia ha poi intenzione di far ripartire a breve la produzione nell'Hubei, in Cina.
  • Il Gruppo PSA il 31 Gennaio ha detto di voler tener chiusi i suoi tre stabilimenti di Wuhan almeno fino al 14 di Febbraio.
  • Tesla ha da poco inaugurato la Giga Shanghai per la produzione di Model 3, ma l'ha poi chiusa la settimana scorsa. I lavori sono a quanto pare ripresi già quest'oggi, ma la compagnia ha chiesto cooperazione per gestire l'epidemia.
  • Toyota ha prolungato la chiusura degli stabilimenti cinesi dal 9 al 16 di Febbraio. L'azienda possiede 12 fabbriche nelle regioni vicine a Wuhan.
  • Volswagen infine ha anch'essa prolungato la chiusura. Per il riavvio bisognerà attendere il 17 Febbraio, almeno per quanto riguarda lo stabilimento di Tianjin. Quello di Shanghai invece è già operativo.

Nella speranza che l'epidemia venga al momento quantomeno fermata, e poi in futuro debellata, auguriamo a tutti coloro che sono stati contagiati dal virus una pronta guarigione.

FONTE: autoblog
Quanto è interessante?
2