Il Coronavirus ha azzerato la produzione FCA e Volkswagen, serie le conseguenze

Il Coronavirus ha azzerato la produzione FCA e Volkswagen, serie le conseguenze
di

L'epidemia di Coronavirus ha gettato tutto il mondo in uno stato mai visto prima, almeno nell'epoca moderna. In Europa, ma anche in altri continenti, la situazione è piuttosto grave, e l'industria automobilistica sta incontrando grosse difficoltà.

La chiusura degli stabilimenti è stata inevitabile, il mercato finanziario ha ricevuto pesanti scossoni, e persino piccoli negozi e business localizzati sono arrivati al collasso. Il Gruppo FCA, oltre a quelli italiani ha chiuso praticamente tutti gli stabilimenti europei, come riporta il Wall Street Journal:"La compagnia sta chiudendo anche una fabbrica in Polonia e una in Serbia, ed entrambe assemblano Fiat."

Il Gruppo italo-americano ha già disposto vari piani di smart working, e quello che sarà possibile fare da casa sarà fatto. Il problema con gli impianti produttivi però non è legato soltanto al tentativo di ridurre i contagi, ma anche al problema delle forniture, che dalla Cina sono praticamente azzerate.

Situazione quasi identica quella nella quale si trova Volkswagen, dato che anche quest'ultima compagnia è stata costretta a fermare gli stabilimenti in molte aree. Bloomberg riporta:"Il più grande produttore di auto al mondo ha riferito che l'impatto dello stop alla produzione, che ha coinvolto anche le fabbriche spagnole e quelle Lamborghini in Italia, comincia ad allargarsi agli impianti statunitensi, come quello a Chattanooga, in Tennessee."

I danni economici sono insomma catastrofici, e tramite un nostro speciale vi informiamo sui vari effetti sul settore automotive in tutto il mondo.

FONTE: thedrive
Quanto è interessante?
1