Confermata la Dacia Spring Electric nel 2021: sarà l'elettrica più economica?

Confermata la Dacia Spring Electric nel 2021: sarà l'elettrica più economica?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Se il 2020 sarà l'anno delle ibride plug-in, ovvero auto con due motori (uno elettrico e uno termico) e una batteria per una piccola autonomia elettrica, il 2021 potrebbe tanto essere - finalmente, aggiungeremmo - l'anno delle auto elettriche a "basso costo". Fra i modelli più attesi la nuova Dacia Spring Electric, confermata dal produttore.

Dell'auto abbiamo già parlato qualche settimana fa, avremmo dovuta vederla al Salone di Ginevra invece Dacia ha pensato di diffondere le immagini sul web. Quella che abbiamo visto era Dacia Spring Electric "alla sua massima potenza", sotto forma di prototipo, la versione seriale però non si distaccherà poi moltissimo e di sicuro la vedremo nel 2021.

La sfida di Dacia? Portare sul mercato la BEV più economica fra tutte, anche più della graziosa Skoda Citigo e-iV, che in Italia costa poco più di 22.000 euro. La Dacia Spring Electric infatti punta a scendere sotto i 20.000 euro, sarebbe la prima volta per l'elettrica di un grande marchio internazionale. Inoltre dobbiamo aspettarci l'ottimo rapporto/qualità prezzo che Dacia offre con tutti i suoi prodotti, del resto questa nuova Spring non sarà altro che il re-branding della Renault K-ZE già vista in Cina, una vettura lunga 3,73 metri perfetta per la città e già pienamente rodata. Stando proprio ai dati della K-ZE, possiamo immaginare un'autonomia da 200 km secondo lo standard WLTP, grazie a una piccola batteria da 26,8 kWh.

Quanto è interessante?
1