I concessionari Stellantis diventano agenzie? La rivoluzione che non piace a Federauto

I concessionari Stellantis diventano agenzie? La rivoluzione che non piace a Federauto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L’ex Gruppo FCA ha per anni cercato un partner che potesse espandere le proprie potenzialità, trovando alla fine - dopo una lunga trattativa con Renault - il colpo di fulmine con FCA, Peugeot & Co. Dalla fusione è nata Stellantis, quella che doveva essere un’opportunità però sta portando non pochi malumori in Italia.

Sin dall’annuncio della notizia, fra gli stabilimenti italiani è iniziata a serpeggiare la paura di qualche cambiamento profondo, fra indotto bloccato e linee produttive da spostare all’estero, in Francia o in Polonia. Il CEO del nuovo mega gruppo automotive Carlos Tavares ha anche fatto visita agli stabilimenti italiani, confermando come i posti di lavoro non sarebbero stati in pericolo. Successivamente però la doccia fredda: gli impianti italiani sono risultati troppo costosi rispetto a quelli esteri, motivo per cui è iniziata una rifondazione silenziosa.

Oggi la realtà è che moltissimi operai italiani sono spinti a fare lunghi periodi di cassa integrazione, le ipotesi di una riduzione delle unità non sono più fantascienza, inoltre - ciliegina sulla torta - anche i concessionari stanno subendo grossi cambiamenti. Sembra infatti che il gruppo voglia trasformare in “agenti” quelli che prima lavoravano effettivamente come concessionari, un cambiamento che non piace al 53% dei Top Dealer italiani - come rivelato da una ricerca di DealerSTAT.

Il cambiamento dovrebbe essere effettivo dal 2023, con i dealer che vedranno cambiare i margini di utile ma non solo. Un’esigenza legata anche all’Europa, le cui direttive impongono regole ferree in merito alla tutela della concorrenza. Per questo motivo i contratti con i concessionari e le officine autorizzate potrebbero presto decadere, in favore di un rinnovo con contratti di agenzia.

Il 2023 è però ancora lontano e Federauto sta già contrastando questi cambiamenti, come ha detto Adolfo De Stefani Cosentino, il Presidente: “Federauto non è favorevole a questa soluzione, il contratto di agenzia svilisce il ruolo di concessionario dei distributori.” Seguiremo la vicenda e vi forniremo nuovi aggiornamenti appena possibile.

FONTE: ClubAlfa
Quanto è interessante?
1