Come mai Tony Stark guida Audi in 'The Avengers'? Ce lo spiega la casa tedesca

Come mai Tony Stark guida Audi in 'The Avengers'? Ce lo spiega la casa tedesca
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Stando a quanto dichiarato dal boss del product placement Audi, Kai Mensing, il produttore tedesco di automobili ama essere al centro dell'azione, soprattutto per quanto riguarda il mondo cinematografico, benché in realtà non abbia mai forzato accordi atti a tale volontà.

Mensing, nel corso di un'intervista per Audi Soul, ha toccato vari argomenti riguardo il product placement, su come funziona questo sul set e su come le vetture concept si adattino ai vari tipi di pellicole. A una domanda specifica sul contattare gli studi cinematografici da parte di Audi, o eventualmente viceversa, la risposta è stata questa:

"Non c'è un procedimento standard. A volte contattiamo lo studio, altre volte funziona nel modo opposto. Riceviamo anche chiamate da agenzie e contatti dall'industria cinematografica, e a volte persino dai registi o dai membri del cast che ci conoscono. In genere leggiamo lo script, per poi controllare se l'offerta possa coincidere con la nostra strategia e coi nostri obiettivi comunicativi. Se questo fosse il caso, supporteremmo il progetto con le auto, con componenti ed competenza tecnica. Ci assicureremmo che lo studio abbia a disposizione tutte le risorse necessarie."

"Di certo non vogliamo che si adatti una determinata scena ai nostri bisogni". Mensing ha chiuso con questa frase, chiarendo che Audi non ha alcuna intenzione di forzare le cose, inserire la propria vettura e sconvolgere una scena o un immaginario realizzatosi nella mente di un regista. "Il nostro obiettivo è un'integrazione organica e autentica del nostro brand e dei nostri prodotti all'interno del mondo dello spettacolo per il pubblico in generale, quindi non forziamo le cose. Ci adattiamo alla storia. Se lo script richiede un'auto sportiva, noi forniamo un'Audi R8, oppure uno dei nostri modelli RS, per esempio".

Quindi adesso vi starete chiedendo come mai Tony Stark sia finito a bordo di un'Audi R8. Ciò è accaduto perché lo script richiedeva che lui guidasse qualcosa di sportivo e di costoso, ma anche per la tipologia di film in cui è calato Iron Man. "I film d'azione sono senza dubbio particolarmente premianti perché possiamo integrare le auto in un modo più dinamico. Questo è preferibile rispetto ad un inserimento statico." Così ha concluso Mensing.

A proposito di R8, Audi ha appena registrato una nuova R8 Green Hell nella curiosità generale. Il brand tedesco a ogni modo è lanciato verso l'elettrificazione, e ha investito pertanto 12 miliardi nel progetto per 17 nuovi veicoli BEV e plug-in nel 2020.

FONTE: carscoops
Quanto è interessante?
2