di

Le auto elettriche non sono poi troppo diverse dai dispositivi che usiamo tutti i giorni, pensiamo agli smartphone o ai laptop. Anche le BEV hanno batterie agli ioni di litio, solo molto più grandi e complesse, possono dunque essere ricaricare con un powerbank?

La risposta è ovviamente si, anche se - com'è facile immaginare - c'è bisogno di un "powerbank" che sia adeguato alla batteria dell'auto elettrica che vogliamo ricaricare, che abbia una potenza sufficiente ad alimentare accumulatori di tale grandezza. Ebbene è ancora una volta il nostro amico youtuber Matteo Valenza a provare una nuova sfida, dopo aver già ricaricato una Tesla Model 3 con un generatore portatile a benzina e aver sfruttato la ricarica inversa della nuova Hyundai IONIQ 5 sempre per caricare la sua Model 3.

Questa volta si è messo a "giocare" con un powerbank portatile - se così vogliamo chiamarlo - di dimensioni generose, anche se entra perfettamente nel baule anteriore della Model 3. Il modello provato da Matteo ha un'uscita a 8 A/2 kW e ha persino i pannelli solari per catturare ulteriore energia dal sole.

In condizioni standard, questo particolare oggettino ricarica la batteria della Tesla Model 3 del 2,5% ogni ora, a sole pieno si riesce a fare anche qualcosina di più. Ovviamente si tratta di una cifra irrisoria, di una ricarica lentissima, pensate però a un'emergenza. Un "powerbank" di questa portata sta tranquillamente nel baule anteriore della Model 3 e può ricaricare la vettura quel tanto che basta magari per raggiungere una colonnina pubblica in 1-2 ore. Potrebbe davvero svoltarvi la giornata in caso di necessità.

Quanto è interessante?
2