Come si comportano gli italiani al volante? Dall'alcol all'uso dello smartphone alla guida

Come si comportano gli italiani al volante? Dall'alcol all'uso dello smartphone alla guida
di

Rispettare le regole del Codice della Strada è ovviamente un obbligo per tutti i cittadini italiani, ma come si comportano davvero gli automobilisti del Bel Paese? Lo rivela una nuova ricerca promossa da AutoScout24, che ha anche assegnato alla giornalista Valentina Tomirotti il Premio Bomprezzi-Capulli.

Nel corso della premiazione AutoScout24 ha esposto il suo studio, secondo cui gli italiani danno ancora poco peso ai limiti di velocità, prendendo troppo alla leggera gli obblighi di legge. Il 50% degli italiani alla guida dichiara di superarli "spesso" oppure "a volte". Tre automobilisti su dieci inoltre non si fermano a prestare aiuto a un automobilista in difficoltà, mentre più di uno su cinque ha atteggiamenti aggressivi alla guida nei confronti di altri utenti.

Succede invece più raramente che gli automobilisti italiani utilizzino in modo improprio il clacson, oppure parcheggino sul marciapiede o in doppia fila. Gli intervistati hanno anche dichiarato che può succedere di guidare sotto l'effetto dell'alcol oppure di utilizzare il cellulare senza auricolare/vivavoce alla guida.

In materia di inclusività il 44% degli automobilisti considera molto grave occupare un posto auto riservato ai disabili, il 92% infatti non si azzarda a parcheggiare - anche se resta ancora un 8% da portare sulla retta via. Fra chi parcheggia senza poterlo fare su un posto per disabili ha ammesso nel 63% dei casi di farlo per soste brevi, il 22% perché non ha trovato altri posti liberi nelle vicinanze, mentre l'11% ritiene che la sua azione possa essere sempre giustificata. Bisogna lavorare anche sul fronte della guida sotto l'effetto di alcolici: il 61% degli automobilisti lo considera molto grave, eppure il 15% giustifica il mettersi alla guida comunque, soprattutto se si sopporta bene l'alcol (11% dei casi) o se la distanza è breve (3%).

Passando al cellulare al volante, per il 44% degli italiani è un'azione molto grave, il 10% però utilizza lo smartphone mentre guida "spesso" oppure "a volte" (lo smartphone alla guida ci mette davvero in pericolo?), mentre il 28% raramente. Per il 19% si è giustificati quando la telefonata è breve, mentre il 5% pensa di poterlo fare prestando molta attenzione.

Ma come ci comportiamo se becchiamo qualche altro automobilista a fare qualcosa di improprio? La metà segnala direttamente il comportamento all'automobilista, il 17% invece si rivolge alle autorità, mentre tre persone su dieci non intervengono.

Quanto è interessante?
2