Come cambia il Codice della Strada: dai ciclisti contromano ai 150 km/h in autostrada

Come cambia il Codice della Strada: dai ciclisti contromano ai 150 km/h in autostrada
di

L'attuale governo Lega-5 Stelle si è definito sin dal primo giorno "del cambiamento", un mantra che potrebbe presto toccare anche il Codice della Strada. Presso la commissione Trasporti della Camera è infatti arrivato un testo con diverse modifiche che andiamo a scoprire in dettaglio.

Nella manovra ci sarà grande spazio per i ciclisti, che nei centri abitati potranno andare anche contromano nelle aree con limite a 30 km/h - una proposta che farà certamente discutere, poiché si potrà fare "indipendentemente dalla larghezza della carreggiata e dalla massa dei veicoli autorizzati al traffico". Ogni singolo sindaco dovrà però emettere un'ordinanza apposita e segnalare la possibilità del contromano con cartelli ben visibili.

Le due ruote avranno inoltre la precedenza ai semafori e agli incroci, potranno dunque passare "davanti a tutti" aiutati da una striscia di arresto ad hoc senza rimanere in coda a respirare i gas di scarico, soluzione adottata spesso anche in Francia e in Olanda. Sempre i ciclisti potranno circolare sulle corsie riservate ad autobus e taxi - come del resto accade anche in Francia, quando non c'è una ciclabile a disposizione.

Sanzioni più aspre poi per chi fuma alla guida e chi fa uso del cellulare, ci saranno inoltre "Parcheggi Rosa" per le donne incinte presso luoghi di interesse pubblico. Altra novità che farà discutere è l'innalzamento del limite di velocità sulle autostrade per gli automobilisti, che da 130 km/h passa a 150 km/h.

Passando ai motociclisti invece, si discute sull'abbigliamento tecnico di sicurezza obbligatorio, mentre le moto elettriche potranno ufficialmente circolare in autostrada. Più incerto il destino di monopattini e hoverboard: attualmente fuorilegge senza casco e assicurazione, i dispostivi elettrici potrebbero essere confinati alle sole piste ciclabili. Ricordiamo che tutte queste norme sono in discussione e potrebbero cambiare.

FONTE: Repubblica
Quanto è interessante?
7