Le colonnine di ricarica stanno per sorpassare le pompe di benzina negli USA

Le colonnine di ricarica stanno per sorpassare le pompe di benzina negli USA
di

Uno dei problemi noti della mobilità elettrica è, generalmente, la scarsa qualità dell'infrastruttura di ricarica. In Italia siamo parecchio indietro con lo sviluppo della rete, nonostante i passi in avanti fatti negli ultimi anni, negli USA invece le colonnine sorpasseranno presto le pompe di benzina.

Sembra forse fantascienza, o comunque una previsione un po' troppo ottimistica, la verità dei fatti però parla chiaro: attualmente negli Stati Uniti esistono fra i 110.000 e i 150.000 distributori di carburante, mentre i singoli punti di ricarica sono arrivati a 110.000, almeno secondo i dati raccolti dalla compagnia assicurativa Jerry. Il numero delle pompe di benzina è in declino da diversi anni, nel frattempo le crescenti vendite elettriche hanno spinto lo sviluppo di una rete di ricarica sempre migliore e diffusa a macchia di leopardo.

Oggi ad esempio negli USA circolano più di 2 milioni di auto elettriche, mentre dieci anni fa erano appena 16.000. Questi numeri sono destinati a salire e così anche i punti di ricarica pubblici: le proiezioni dicono che nel 2030 ci saranno 30 milioni di BEV negli USA, e per soddisfarle tutte si è calcolato che sarà necessario costruire 478 punti di ricarica al giorno per 8 anni - non a caso l'amministrazione Biden ha intenzione di costruire 500.000 nuovi punti di ricarica entro la fine dell'attuale decennio.

Secondo il Dipartimento dell'Energia USA, per permettere a tutti gli utenti elettrici di caricare in tranquillità c'è bisogno di 40 stazioni di Livello 2 e 3,4 stazioni Fast Charge DC per ogni 1.000 auto elettriche. Oggi i dati parlano di 41 stazioni di Livello 2 e 5,7 colonnine DC per 1.000 EV, per mantenere questa media però è necessario costruire nuove infrastrutture contestualmente alla vendita di nuovi modelli. Oltre 30.000 punti di ricarica DC comunque appartengono a Tesla (qui la mappa aggiornata al 2022 dei Supercharger Tesla), che sta per aprire i suoi stalli a tutti gli utenti elettrici. Ricordiamo inoltre che negli USA le colonnine da 50 kW sono già considerate obsolete, si va verso una rete di ricarica all'avanguardia, pronta per il futuro.

FONTE: InsideEVs
Quanto è interessante?
2