Le colonnine di ricarica arrivano in autostrada: viaggiare in EV sarà più facile

Le colonnine di ricarica arrivano in autostrada: viaggiare in EV sarà più facile
di

Uno dei problemi noti delle auto elettriche, almeno in questo preciso momento storico, è la mancanza di serie infrastrutture di ricarica. Se a casa o in città possiamo anche cavarcela, in viaggio le cose si fanno più complicate ma l’Aspi sta lavorando per costruire nuove colonnine in autostrada.

Sul piatto c’è un investimento da oltre 50 milioni di euro, da erogare nel giro di due anni. Il progetto mira a costruire 100 nuove stazioni di ricarica in altrettante stazioni di servizio entro il 2023, lungo tutta la rete autostradale italiana. Ogni stazione avrà fino a 8 punti di ricarica diversi, che potranno funzionare contemporaneamente. Una grande notizia che certamente renderà i lunghi viaggi in auto elettrica più semplici - e non è tutto.

Autostrade per l’Italia infatti prevede di costruire circa 50 stazioni di ricarica ogni anno dopo il 2023. “L’idea è di offrire al pubblico rifornimenti di energia veloci e compatibili con i viaggi, anche di lunga percorrenza, così da portare l’esperienza elettrica vicina a quella tradizionale” fanno sapere dall’Aspi.

I tempi medi di ricarica saranno di circa 12-15 minuti, possiamo dunque immaginare che per i lavori verranno scelte colonnine Fast Charge - e siamo sicuri che anche i produttori di auto offriranno EV in grado di caricare sempre più velocemente. Su questo fronte già Hyundai ha portato la ricarica a 350 kW e 800 V a bordo della sua Ioniq 5, come sulla Porsche Taycan. (Foto cover: Car photo created by frimufilms - www.freepik.com)

Quanto è interessante?
3