La cinese FAW conquista Modena: costruirà auto elettriche in Italia

La cinese FAW conquista Modena: costruirà auto elettriche in Italia
di

Spesso per scherzo o per polemica si dice che i cinesi acquisteranno il mondo intero, prima o poi, questa frase però sta acquistando sempre più un fondo di realtà. La Cina potrebbe ora risollevare anche l'industria auto italiana arrivando di prepotenza della Motor Valley emiliana. Come? Progettando e costruendo auto elettriche.

È quanto emerge dai piani di espansione della FAW, gruppo statale cinese che lavora in simbiosi con l'americana Silk EV, che a oggi conta su tre sedi operative: Changchun, New York e... Modena. Esatto, il capoluogo emiliano sarà la base europea del gruppo, che ha intenzione di lanciare il suo primo veicolo elettrico sul nostro mercato già nel 2021.

Si chiamerà Job 1 e potrebbe davvero scuotere il mercato con un prezzo aggressivo, è però ancora presto per fare previsioni. Nel frattempo conosciamo meglio la FAW: è uno dei più grandi produttori auto della Cina, Paese in cui ha venduto quasi 4 milioni di veicoli, ed è presente nella lista Fortune 100 grazie a un fatturato di 90 miliardi di dollari.

Guardando ai veicoli elettrici, la Cina è anche il più grande mercato del mondo e ha un vantaggio non da poco sul resto del mondo in quanto a progettazione e assemblaggio - inseguita da Tesla negli USA e da Volkswagen in Europa. Ricordiamo inoltre che un'altra grande azienda cinese come BYD sta per debuttare in Europa con un SUV e una berlina a zero emissioni... l'assalto al mercato automotive del vecchio continente è iniziato.

Quanto è interessante?
3